A me la prova a squadre

Le dichiarazioni a caldo di Enrico Garozzo dopo l’eliminazione nella gara di spada maschile a Strasburgo

 

Tutta la delusione del mondo si legge negli occhi e nel volto di Enrico Garozzo, non appena sceso di pedana dopo essere stato sconfitto per 15-9 dall’azero Kan Aliyev. E uno dei primi pensieri va a una tifosa speciale, salita apposta a Strasburgo per seguire la gara europea di Enrico: “A fare il tifo per me c’era mia mamma, è salita apposta per vedermi. Mi dispiace averle fatto vedere questo schifo“, ci ha detto.

Una delusione enorme quella del siciliano, delusione che è pronto a convertire in rabbia quando, fra quattro giorni, sarà tempo di prova a squadre: ” Se fosse per me la farei anche adesso, salirei in pedana in questo istante“. Quanto all’assalto di oggi, la sua analisi è lucida: “Lui ha fatto il match della vita, ma io non avrei mai dovuto perdere con un avversario così. Ho iniziato davvero male, lasciandolo scappare fino al 5/6-1. Da lì rimontare è dura. Ho provato a risalire e sono rientrato fino al 10-7, ma mai con botte pulite. Purtroppo oggi è stata una giornata storta ed è capitato proprio all’Europeo…

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *