Sabre before Christmas

A New York il Grand Prix di sciabola. Al femminile l’Italia punta su Rossella Gregorio. Undici convocate.

 

Le luci, l’atmosfera natalizia che la rendono ancora più affascinante, le mille attrazioni della città che non dorme mai: la sciabola chiude la prima parte della propria stagione di Coppa del Mondo a New York, scenario del primo dei tre Grand Prix dell’arma più veloce e spettacolare della scherma. Le stelle della pedana nella città delle stelle di Broadway, difficile trovare luogo migliore per una gara che preannuncia grande spettacolo.

E così ecco che sul palcoscenico salgono le attrici più attese: Sofya Velikaya, la regina a sorpresa ma non troppo delle prime due gare disputate; Mariel Zagunis, la stella di casa per cui il pubblico parteggerà; Rossella Gregorio, la nostra portacolori, la principessa che in mezzo alle regine ci sa stare eccome. E poi Olga Kharlan, la zarina che vien dall’Ucraina: assente a Isla Margarita, eliminata precocemente a Orleans, la dominatrice delle ultime due stagioni va a caccia del suo primo acuto stagionale. Dietro di loro, in molte aspirano alla loro grand night newyorkese: dalle solite note Ekaterina Dyachenko, Vassiliki Vougiouka, Jiyeon Kim, Charlotte Lembach  a molte delle ragazze di casa che potrebbero trovare nel tifo di casa una grande fonte di ispirazione: da Ibithaj Muhammad a Dagmara Wozniak – terza a Orleans – passando per Sage Palmedo, diciottenne che in Under 20 domina da due stagioni a questa parte.

Sono undici le azzurre che hanno fatto rotta verso la Grande Mela: assieme a Rossella Gregorio, che proverà a scalare quell’unica posizione che le manca per andrae sul gradino più alto del podio a godersi l’Inno di Mameli suonare per lei, ci saranno Benedetta Baldini, Ilaria Bianco, Martina Criscio, Camilla Fondi, Paola Guarneri – autrice di una gran gara lo scorso aprile a Chicago, dove chiuse fra le prime otto – Caterina Navarria, Martina Petraglia, Lucrezia Sinigaglia – al rientro dopo l’infortunio alla caviglia rimediato in Venezuela, costatole l’esordio stagionale e la gara francese – Livia Stagni e Irene Vecchi, che nell’ultima puntata in terra americana tornò a casa con un bellissimo terzo posto nella saccoccia. Per tutte loro l’avventura inizia sabato con le fasi a gironi e gli eventuali assalti di qualificazione, mentre domenica – in contemporanea con la gara maschile- ci sarà il tabellone principale dove già le attende Rossella Gregorio.

E nella notte delle stelle, chissà che quella che brilla di più non possa essere colorata d’azzurro…

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 

 
jizzrain.com/vd/2353-video

One thought on “Sabre before Christmas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *