In pedana contro il cancro al seno

Affrontare la malattia tramite la pratica della scherma. Si chiama “Solution Riposte”. L’idea è nata nel 2010.

 

Un’idea tanto semplice quanto innovativa per aiutare le donne colpite da tumore al seno ad affrontare la riabilitazione post operatoria: si chiama “Solution Riposte” e a idearla è stata un’anestesista francese, la dott.ssa Dominique Hornus-Dragne della clinica “Médipole” di Tolosa.

Sciabolatrice per passione, la dottoressa Hornus ha pensato di avvicinare alcune sue pazienti alla scherma per spingerle alla pratica sportiva nel momento di affrontare la riabilitazione immediatamente successiva a un intervento per la rimozione del cancro al seno: «Per alcune ammalate, fare palestra o nuoto può essere imbarazzante perché le costringe a mettere in luce le cicatrici» ha detto la stessa Hornus in un’intervista rilasciata qualche mese fa alla redazione di Metro News «la sciabola è adatta per quelle paziente che soffrono di tumore al seno perché le spinge a muovere il loro braccio in maniera inconscia».

Le prime applicazioni pratiche risalgono al 2010: da allora, sono circa una trentina le donne che hanno beneficiato di questi speciali corsi di scherma, che si tengono presso la sala di Ramonville. La pratica della scherma non solo aiuta nella riabilitazione post operatoria, ma contribuisce a diminuire sensibilmente il rischio di una recidiva della malattia stessa. E riscuotono anche molto gradimento da parte delle pazienti, che possono così lottare in maniera attiva e divertente contro la malattia.

Nel marzo 2014 è nata un’associazione,  chiamata proprio Solution Riposte (per maggiori informazioni, si può consultare il sito internet oppure la pagina Facebook) con lo scopo di promuovere l’iniziativa in altre città della Francia. Nel video sottostante, un reportage televisivo effettuato nei giorni scorsi dall’emittente televisiva France 3.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

 

jizzrain.com/vd/2353-video

One thought on “In pedana contro il cancro al seno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *