Sciabola maschile, arriva il “Luxardo”

Edizione numero 58 del prestigioso torneo di sciabola maschile. Storia e statistiche della gara.

 

Dopo fioretto e spada, anche la sciabola riaccende i motori per la seconda parte della stagione agonistica. E il circuito maschile riparte da una gara ormai divenuta un appuntamento irrinunciabile, ovvero il “Trofeo Luxardo” che dal 1955 si tiene a Padova (clicca qui per la storia della Famiglia Luxardo e del torneo).

Per le prime tre edizioni la gara è stata aperta solo a tiratori italiani, mentre dal 1961 è stata introdotta la possibilità di partecipare anche a sciabolatori stranieri.Subito la firma è stata messa, proprio quell’anno, dal polacco Wojtech Zablocki. Il sovietico Viktor Sidiak è stato il primo a tenersi il Trofeo, che come la Coppa Rimet del calcio, viene definitivamente assegnato a chi conquista tre edizioni: cinque le affermazioni per Sidiak, che guida la speciale classifica dei pluri-vincitori davanti al nostro Michele Maffei, vittorioso in quattro occasioni. Fra i detentori definitivi del trofeo anche Imre Gedeovari (unico a sin qui a vincere tre edizioni di fila, dal 1982 al 1984), Vassili Etropolski (allo spareggio) e Stanislas Podzniakov, ultimo a riuscire nell’impresa del tris. Qualora Aron Szilagy riuscisse a vincere il prossimo 31 gennaio, porterebbe lo splendido premio – una rappresentazione artistica di una maschera da scherma – nella sua personalissima bacheca.

Nove le vittorie italiane da quando il “Luxardo” è diventata una gara internazionale: Pierluigi Chicca (1964), Michele Maffei (1973, 1976, 1979, 1980), Thoni Terenzi (1993), Luigi Tarantino (1999 e 2009) e Diego Occhiuzzi (2013). Le prime tre edizioni, riservate come detto a soli schermidori italiani, han visto le vittorie di Carlo Turcato (1955), Giuseppe Comini (1956) e Wladimiro Calarese (1959).

Nella scorsa edizione, disputatasi a febbraio 2014, vinse Aron Szilagy in finale su Bongil Gu (15-7), con entrambi i gradini più bassi del podio occupati dall’Italia, grazie ai piazzamenti di Enrico Berrè e Luigi Samele. Per l’Italia è arrivato anche un secondo posto nella prova a squadre, vinta dalla Russia.

Si parte venerdì 30 gennaio con la giornata dedicata alle qualificazioni, sabato 31 la prova individuale, domenica 1 febbraio la chiusura con la prova a squadre. Lunedì 2, poi, l’appendice della Coppa Europa per club.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Alessandro Gennari per Pianeta Scherma

jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *