Bonn, in nove approdano al main draw

Ai già qualificati Giorgio Avola e Andrea Cassarà si aggiungono altri sette fiorettisti.

 

Saranno nove i fiorettisti azzurri che domani, a partire dalle 10, andranno a caccia della vittoria nella prova individuale della tappa di Bonn. Ai già qualificati Giorgio Avola e Andrea Cassarà, si sono infatti oggi aggiunti Andrea Baldini, Tobia Biondo, Alessio Foconi, Edoardo Luperi, Alessandro Paroli, Saverio Schiavone e  Francesco Trani. Eliminati Valerio Aspromonte, Daniele Garozzo e Lorenzo Nista.

Ottima, in particolare, la prestazione di Andrea Baldini, Alessio Foconi e Saverio Schiavone, che approdano al tabellone principale senza passare dagli spareggi, ma soprattutto con un percorso netto nei gironcini, chiusi da tutti e tre con sei vittorie in altrettanti assalti. Per Baldini anche l’ulteriore gioia di essere stato il migliore di tutta la concorrenza in questa fase, appena seguito dal russo Artur Akhmathktuzin, che per la seconda volta di fila centra il biglietto per il main draw facendo il pieno di vittorie nella pool. Al tabellone dei 64 ci arriva diretto anche Tobia Biondo, per lui una sola sconfitta a fronte di cinque vittorie.

Passano invece dagli assalti di spareggio le qualificazioni di Alessandro Paroli (15-12 al tedesco Dominik Schoppa nell’assalto decisivo, dopo il 15-6 con cui aveva domato l’austriaco Dominik Wolgemuth nel turno precedente), Edoardo Luperi e Francesco Trani. Per Luperi il lasciapassare è arrivato al termine dell’incontro con il giapponese Ryahei Noguchi, battuto 8-5, mentre Trani ha guadagnato il suo biglietto per i trentaduesimi di finale a scapito del polacco Pawel Osmanowski, regolato con il punteggio di 15-12.

Niente da fare, purtroppo, per Daniele Garozzo: il siciliano, ottimo secondo a Parigi, è stato beffato all’ultima stoccata dal giapponese Toshiya Saito (che fra gli Under 20 contende la Coppa del Mondo di categoria al nostro Francesco Ingargiola) nell’assalto che valeva l’accesso al tabellone principale. Nel turno precedente, Garozzo aveva invece battuto per 15-6 il canadese Eli Schenkel. L’ultimo assalto prima dei 64 è fatale anche a Lorenzo Nista, che viene sconfitto per 15-12 dal coreano Minkyu Kim. Grande è anche il rammarico per l’eliminazione di  Valerio Aspromonte: il fiorettista frascatano va sotto 1-7 nell’assalto decisivo contro il cinese Jialuo Shi, compie una fantastica rimonta che lo porta fino al 10 pari ma, una volta impattato, è il cinese a piazzare la zampata decisiva per il 15-10 che chiude il conto a suo favore.

Per ciò che concerne gli accoppiamenti del primo turno di domani, va subito registrato il derby fra Alessandro Paroli e Tobia Biondo. Al momento solo potenziale, invece, il derby fra Andrea Cassarà e Saverio Schiavone, che potrebbe materializzarsi nel tabellone dei 32. Prima però ci sono da battere, rispettivamente, il giapponese Toshiya Saito e il tedesco Georg Dörr. Edoardo Luperi incrocerà il fioretto con l’iridato 2013, l’americano Miles Chamley-Watson, mentre ad Alessio Foconi è toccato in sorte il francese Julien Mertine, campione del Mondo a squadre a Kazan 2014. A completare il quadro degli azzurri, Francesco Trani atteso dalla sfida contro il ceco di Livorno Alexander Choupetnich, Andrea Baldini – Leszek Rajski (Pol) e Giorgio Avola – Maer Hatoel (Isr).

Diamo ora uno sguardo ai match che vedono coinvolti alcuni fra i protagonisti non italiani più attesi, a partire dall’attuale numero uno del ranking Alexei Cheremisinov, atteso dalla sfida contro il tedesco Alexander Kahl. Dall’altra parte del tabellone, Jianfei Ma inizierà la sua scalata dal polacco Pawel Szumielewicz. A proposito di tedeschi, Peter Joppich debutterà contro il russo Dmitry Zherebchenko. Tutti da seguire anche Race Imboden (Usa) – Ben Peggs (Gbr), Shang Lei (Chn) – Artur Akhmatkhuzin (Rus) e Enzo Lefort (Fra) – Young Ki Son (Kor).

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 

 
jizzrain.com/vd/2353-video

One thought on “Bonn, in nove approdano al main draw

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *