Francia: «Siamo una squadra molto unita»

Le dichiarazioni delle sciabolatrici francesi al termine della prova a squadre di oggi a Montreux.

 

Seconde, come l’anno scorso a Strasburgo. Sconfitte ancora una volta dalla Russia al termine di una gara in cui tutte e quattro han dato il loro contributo. Perché la forza delle sciabolatrici francesi è una sola: il gruppo. E oggi lo hanno dimostrato ancora una volta, con una prova maiuscola, in cui hanno saputo battere le azzurre e tenere testa fino all’ultimo alle fortissime russe, che han preso il largo solo nella penultima frazione.

Alla fine, malgrado il rammarico per la medaglia d’oro ancora una volta sfumata sul più bello, resta la consapevolezza di aver fatto una grande prova e di essere una squadra molto tosta con cui anche le grandi corazzate dovranno confrontarsi. Abbiamo raccolto le dichiarazioni delle ragazze appena dopo la fine della gara, ecco cosa ci han detto.

Cecila BerderUna giornata molto faticosa per noi, abbiamo tirato con il cuore fin dal primo match con la Germania e poi anche negli altri incontri, quello difficile con la Germania all’esordo e quello ancora di più contro l’Italia, perché è una squadra molto solida. Purtroppo al momento la Russia è ancora la più forte in circolazione, sta dominando l’Europa e quindi questo secondo posto è molto buono. Abbiamo fatto un sogno d’oro ma alla fine è arrivato l’argento, va bene così anche se sarebbe potuta andare meglio. Per la qualifica olimpica guadagniamo un bel po’ di punti, e questo è molto bene anche se la corsa verso Rio è ancora molto lunga. Non è uno sprint, è più una maratona, dove tutto può ancora accadere.

Saoussen BoudiafPurtroppo nell’ultima frazione contro la Russia eravamo in svantaggio e perdipiù mi sono trovata a dover affrontare una campionessa olimpica del calibro di Sofya Velikaya. Io ci ho provato, ci ho creduto ma purtroppo è andata male e c’è da lavorare perchè la prossima volta vada bene. Contro Rossella Gregorio sono entrata a freddo al posto di Charlotte Lembach (infortunata, ndr), sapevo che per contrastarla dovevo adattarmi alla sua scherma e così ho fatto.

Manon BrunetSono un po’ frustrata per questa medaglia d’argento. Ovviamente mi fa piacere, ma noi volevamo l’oro e questo un po’ da fastidio. Ma domani sicuramente guarderò questa medaglia d’argento e sarò più felice come lo saremo tutte. Per quanto riguarda la prova individuale, sono stata davvero sfortunata a prendere la Velikaya al primo assalto. Ho tirato molto bene anche se purtroppo ho perso.

Charlotte LembachSono molto felice di questi Europei, anche se è mancato l’oro. Ma va bene così, sono molto felice di aver preso due medaglie, soprattutto per quella a squadre assieme alle mie compagne, che ci da punti importanti per la qualifica olimpica ma che soprattutto conferma il nostro status di nazione forte. Domani quando rientro in Francia vado a fare esami più approfonditi per cercare di capire l’entità del mio infortunio. Quanto al prossimo futuro, ci prendiamo tutte dieci giorni di riposo e poi ci concentreremo sui Mondiali di Mosca. 

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

jizzrain.com/vd/2353-video

One thought on “Francia: «Siamo una squadra molto unita»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *