Baku 2015: tantissimi big internazionali in gara

Il 23 giugno scattano le prove di scherma a Baku. Tanti i grossi calibri in gara in tutte le discipline.

 

Per molti un impiccio in più in una stagione già lunghissima e resa ancora più dura dalle qualifiche olimpiche; per altri l’occasione di poter mantenere il ritmo gara senza l’ossessione di dover per forza fare bene e tornare a casa con la medaglia, come ad esempio spiegatoci dal ct del fioretto femminile tedesco Andrea Magro. Baku si appresta ad accogliere, dal 23 al 27 giugno prossimi, le gare di scherma dei primi European Games e la scelta delle Federazioni coinvolte sembra orientarsi verso due strade divergenti: da una parte nazioni come  l’Italia, la Russia e, in parte la Francia, hanno optato per il più calcistico dei turn over, convocando le squadre non titolari o ragazzi più giovani (comunque con qualche eccezione, si veda ad esempio gli azzurri Marco FicheraAndrea Santarelli); dall’altra c’è chi ha deciso di far rotta verso la capitale azera se non con le migliori squadre in assoluto, perlomeno con massicci innesti di grossi calibri.

Scorrendo le entry list delle varie prove, si scoprono moltissimi nomi di big che saranno ai nastri di partenza di questa prima Olimpiade tutta Europea. A dare lustro alla prova di sciabola femminile ci saranno Olga Kharlan e Vassiliki Vougiouka, mentre la Russia – che non ha chiamato Sofya Velikaya – schiera Svetlana Kormilitsina, pluriemdagliata a Mondiali ed Europei. Bellissima poi la sfida che si prospetta nella spada: Ana Maria Branza, Erika Kirpu, Simona Gherman, Britta Heidemann, Yana Shemyakina saranno ai nastri di partenza di quello che può essere un remake dei campionati europei appena andati in archivio e, perché no, un gustoso antipasto delle gare moscovite. Per non parlare della russa Anna Sivkova, che a Mosca non ci sarà, ma che a pieno titolo rientra fra le migliori interpreti mondiali della specialità. Pochi nomi altisonanti invece per la gara del fioretto, dove comunque gareggerà Carolin Golubitskyi.

Molto interessanti anche le gare maschili: come per la spada femminile, anche nella sciabola maschile la Romania cala i carichi pesanti, fra cui Tiberiu Dolniceanu. Fortissima, malgrado il turnover, la formazione di spada maschile francese che schiera tre vincitori di tappa in Coppa del Mondo (Yannik Borel, Ronan Gustin, Daniel Jerent) oltre all’eterno Ivan Trevejo, comunque a podio in stagione. Alexandre Buykevich è la punta di diamante della Bielorussia nella sciabola, Nikolay Novosjolov è un altro nome che nobilità la prova di spada così come quelli di Bogdan Nikishin e Jörg Fiedler, mentre pronti a dare spettacolo nel fioretto ci sono – fra gli altri –  Alexandre Choupetnich e il britannico Ricahard Kruse.

 

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

 
jizzrain.com/vd/2353-video

One thought on “Baku 2015: tantissimi big internazionali in gara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *