Forestale e Fiamme Gialle si dividono il fioretto

Alla Forestale la prova a squadre di fioretto femminile. Nella gara maschile vittoria per le Fiamme Gialle.

 

Dice il saggio: c’è sempre una prima volta. Anche per la squadra di fioretto maschile delle Fiamme Gialle, che prima di oggi non aveva mai visto comparire il proprio nome sull’Albo d’oro della prova tricolore. E allora nella storia ci entrano Valerio Aspromonte, Giorgio Avola e Daniele Garozzo, accompagnati per l’occasione da un Gigi Samele in inedita versione fiorettista. Un percorso netto per la corazzata gialloverde, capace di battere per 45-22 in semifinale le Fiamme Oro e poi completare l’opera sconfiggendo per 45-32 i campioni uscenti dell’Aeronautica Militare, capitanati da Andrea Baldini.

Sul terzo gradino del podio, chiude invece il quartetto delle Fiamme Oro (Piero Franco, Francesco Ingargiola, Tommaso Lari, Edoardo Luperi), che nella finalina per il bronzo, ha ragione del Gruppo Forestale per 42-34.

Per il team biancoverde, però, è arrivata la vittoria nella prova femminile. La quarta nella storia, curiosamente tutte firmate a intervalli di cinque anni l’una dall’altra: 2001, 2006, 2011 e ora 2016. Con tanti grazie a una straripante Martina Batini, ieri fermata agli ottavi da Elisa Di Francisca, ma oggi autentica leader della sua squadra: basti pensare al +17 di saldo attivo messo a referto nella finale contro le Fiamme Gialle (Carolina Erba, Camilla Mancini, Beatrice Monaco), sigillato con un parziale di 7-0 su Carolina Erba. Finisce 45-35 per Batini e compagne (Martina Sinigallia,Stefania Straniero, Serena Teo).

Nella finalina per il podio, è stata la squadra delle Fiamme Oro – campionessa uscente, con Elisa Di Francisca a capitanare un quartetto fortissimo completato da Alice Volpi, Erica Cipressa e Claudia Pigliapoco – ad avere la meglio sul quartetto dell’Aeronautica: 45-33 il punteggio finale.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *