A Bonn il leone è Kruse, Andrea Cassarà chiude secondo

Il britannico si impone in finale e nega a Cassarà il terzo successo in terra tedesca. Stop ai quarti per Garozzo. Bella gara di Marini.

 

Ormai è appurato: Andrea Cassarà con la gara di Bonn ha un feeling decisamente speciale: con il secondo posto conquistato oggi, il fiorettista bresciano porta a sette il suo numero di podi complessivi nella classica tedesca, da lui vinta già due volte consecutivamente fra 2014 e 2015. A contorno, tre piazzamenti – quello odierno compreso – in piazza d’onore e due terzi posti.

Fra lui e il terzo Leone d’oro il solito Richard Kruse, che nell’assalto decisivo si impone per 15-11. Ma il fuoriclasse dei Carabinieri può comunque festeggiare il podio numero 57 in Coppa del Mondo e un grande avvio di stagione. Anche perché il suo percorso di gara odierno è stato tutto fuorché banale, con le vittorie in serie su Gerek Meinhardt agli ottavi, su Timur Safin ai quarti e sullo scatenato Nick Itkin oggi in versione ammazza italiani: primo podio in carriera per il Campione del Mondo under 20 di Verona (in coabitazione con il francese Lefort), oggi autore dell’eliminazione in filotto di Alessio Foconi e Daniele Garozzo, la cui gara si chiude ai quarti di finale.

Fra le note positive di oggi in casa Italia, anche la prova di Tommaso Marini: il diciannovenne marchigiano, dopo aver eliminato al primo turno Giorgio Avola, si è spinto fino agli ottavi di finale prima di lasciare strada, non senza impegnarlo, a Daniele Garozzo sul 15-10. Per quanto riguarda gli altri azzurri in gara oggi, si sono fermati nel tabellone dei 32 Edoardo Luperi e Guillaume Bianchi, mentre nel primo assalto di giornata sono usciti, oltre al già citato Avola, anche Valerio Aspromonte e Lorenzo Nista.

Classifica – 1. Kruse (Gbr), 2. Cassarà (ITA), 3. Itkin (Usa), 3. Lefort (Usa), 5. Safin (Rus), 6. Garozzo (ITA), 7. Miyake (Jpn), 8. Chamley-Watson (Usa).

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi