Sei grande, Tommaso! Marini secondo nel Grand Prix di Anaheim, a podio anche Foconi

Spettacolare prova del giovane azzurro, battuto solo in finale da Mertine. Terzo Foconi. Finale a otto per Cassarà e Aspromonte.

 

Dal titolo Europeo Giovani, vinto sbriciolando la concorrenza sulle pedane di foggia poco più di due settimane fa, al secondo posto in una prova Grand Prix dopo aver battuto, nel corso del cammino il Campione Olimpico, il vice campione Olimpico e il campione del Mondo in carica. Male proprio non se la passa Tommaso Marini, da Jesi con talento, ieri assoluto protagonista della prova maschile di Anaheim.

E se agli annali ci va la vittoria del francese Julien Mertine, l’uomo copertina non può che essere il giovane azzurro, capace di spingersi fino in finale uscendo da gigante in un canale tutt’altro che semplice: l’assalto contro Tofalides è solo l’antipasto di una serie di match che lo hanno portato in rapida successione ad affrontare e battere Daniele Garozzo, superato 15-14, il navigato e titolato Erwann Le Pechoux, prima del filotto composto da Alexander Massialas, dominato ben più di quanto possa suggerire il di per sè netto 15-9, e Alessio Foconi, battuto con egual punteggio e “dirottato” sul terzo gradino del podio in coabitazione con un altro giovane emergente, ovvero Cheung Ka Long, ormai habitué delle piazze nobili della classifica.

Per Foconi arriva il quarto podio in sei gare e la certificazione di uno stato di grazia assoluto a livello fisico e mentale: il ternano è un’assoluta garanzia nella lotta ai quartieri alti e marcia con una formidabile continuità di rendimento, come testimonia anche il dato del nono posto di Bonn come peggior risultato stagionale. Ma a stare bene è l’intero movimento azzurro, che trova anche il piazzamento fra i primi otto di Andrea Cassarà e di un Valerio Aspromonte ieri in grande spolvero, così come la bella prova di Guillaume Bianchi, che si prende lo scalpo di Race Imboden prima di fermarsi agli ottavi di finale per mano del redivivo Choupenitch.

Stop agli ottavi di finale anche per Giorgio Avola ed Edoardo Luperi, quest’ultimo finito sulla strada di Cassarà. Si sono fermati al tabellone dei 32 Daniele Garzzo, nel già citato derby contro Marini, e Damiano Rosatelli, mentre tanto Davide Filippi quanto Francesco Ingargiola hanno chiuso la loro gara già al termine del primo assalto di giornata.

Classifica – 1. Mertine (Fra), 2. Marini (Ita), 3. Foconi (Ita), 3. Cheung (Hkg), 5. Cassarà (Ita), 6. Massialas (Usa), Choupenitch (Cze), Aspromonte (Ita)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi