La Francia è tornata! Ai transalpini il titolo nella spada maschile a squadre

Battuta l’Ucraina in finale, bronzo per la Svizzera. Italia quinta.

 

«We are bacj in the game». Nella sala stampa del Syma Sports Center di Budapest, i colleghi della carta stampata francese gongolano dopo il successo degli spadisti nella prova a squadre iridata. Un successo di capitale importanza, a maggior ragione dopo una stagione e un periodo decisamente sottotono, in cui quella che fino a una o due stagioni fa pareva una corazzata inaffondabile navigava con qualche difficoltà.

Ma nel giorno più importante, quando la posta in palio diventa alta, ecco il guizzo dei veri campioni: il rientro decisivo di Daniel Jerent, lo strapotere fisico di Yannick Borel, l’ispirazione di Ronan Gustin. Con loro, sul gradino più alto del podio, ci sale anche Alexandre Bardenet al termine della finale vinta contro l’Ucraina. Non è solo nell’assalto decisivo, chiuso sul 45-37, che la macchina francese torna a funzionare come ai vecchi tempi;  l’intera giornata di gare è la dimostrazione di assoluto dominio : Israele ai quarti e la Svizzera in semifinale sono i primi a sperimentarne l’efficacia, chiudendo a lunga distanza dai vincitori, la già citata Ucraina l’ultima in ordine di tempo.

Nel giorno del ritorno in grande stile dei francesi, l’Italia chiude con il quinto posto. E se, come da parole degli stessi spadisti azzurri nel post gara, quella maturato oggi non era il risultato sognato alla vigilia di prendere l’aereo per Budapest, il proverbiale bicchiere mezzo pieno lascia comunque un’ottima base da cui ripartire a novembre, quando la corsa verso Tokyo ripartirà da Berna. Le vittorie contro Russia e Corea, peraltro dirette avversarie nella conquista del pass per i Giochi Olimpici, sono un buon viatico per completare al meglio la missione a Cinque Cerchi.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Telegram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi