Spada femminile: la prima è nel segno di Ana Maria Popescu, la romena trionfa a Tallinn

Battuta in finale Violetta Kolobova. Podio per le cinesi Sun Yiwen e Zhu Mingye. Bella prova di Nicol Foietta, migliore delle azzurre, eliminata ai quarti.

 

La nobiltà schermistica al potere e una ragazza pistoiese che ha dimostrato di poterci stare benissimo lì in mezzo. A Tallinn la prima stagionale è appannaggio di Ana Maria Popescu,  ma la copertina di oggi in casa Italia è tutta per Nicol Foietta, la migliore delle azzurre in una giornata che fin da subito per Sandro Cuomo e le sue sette ragazze in lizza nel tabellone principale sembrava avere presagi tutt’altro che positivi.

Fuori subito Mara Navarria, Rossella Fiamingo – che domani cercheranno riscatto collettivo assieme ad Alice Clerici e Federica Isola nella cruciale prova a squadre – e altre tre ragazze al primo assalto, mancato il lieto fine alla grande rimonta di Roberta Marzani contro la Kong al tabellone delle 32 (dal 6-12 al 13-13 prima di subire la decisiva stoccata del 13-14), è stata la Foietta a caricarsi sulle sue robuste spalle le sorti della truppa azzurra, regolando con autorevolezza la francese Louis Marie quindi sprintando sul 14-13 contro la vice-campionessa del Mondo in carica Lin Sheng dopo essere risalita dal 10-12. Si ferma solo al cospetto di Ana Maria Popescu, con un 15-5 che è forse fin troppo severo e che nulla toglie alla grande gara della pistoiese, fermatasi a un solo assalto dal bissare il podio conquistato in gennaio a La Havana.

E il fatto che a fermare la corsa di Nicol Foietta sia stata la successiva vincitrice della gara, è un’ulteriore certificazione della bontà della prova della spadista azzurra. Quanto alla romena, lo show di oggi è stata la celebrazione della testa e della sua capacità di tenersi aggrappata ai match quando tutto ormai sembra compromesso: è successo così in semifinale contro Yiwen Sun, dal 13-14 al 15-14, si è ripetuta nel match decisivo contro Violetta Kolobova, scappata via fino al +4  e improvvisamente trovatasi a dover inseguire senza riuscire a riprendersi il comando delle operazioni. A completare il podio grandi firme, l’altra cinese Zhu Mingye. Per essere la prima gara, mancanza di italiane a parte, c’è davvero poco di che lamentarsi.

Classifica – 1. Popescu (Rou), 2. Kolobova (Rus), 3. Yiwen Sun (Chn), 3. Zhu Mingye (Chn),  5. Kong Man Wai Vivian (Hkg), 6. Mackinnon (Can), 7. Jacques Andre Coquin (Fra), 8. Foietta (Ita).
25. Marzani (ITA), 34. Navarria (ITA), 48. Fiamingo (ITA), 59. Cagnin (ITA), 60. Boscarelli (ITA), 62. Briasco (ITA), 76. De Marchi (ITA), 77. Rizzi (ITA), 132. Isola (ITA), 162. Santuccio (ITA), 197. Clerici (ITA)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Telegram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi