Sospesa la sperimentazione della nuova regola sulla passività nella spada

 

Il Comitato Esecutivo della Fie riunitosi negli scorsi giorni ad Atene, ha stoppato la sperimentazione sulla regola della passività nella spada (priorità alternata, con 45 secondi per tirare la stoccata, al termine dei quali – in caso di mancata toccata – il punto va a chi detiene la priorità). Alla base dello stop, le ulteriori valutazioni necessarie a capire la fruibilità mediatica della disciplina con questa nuova formula.

Nel corso della stessa seduta, propedeutica al Congresso Internazionale del prossimo dicembre, si è discusso anche dei criteri di qualificazione olimpica a seguito della svolta varata lo scorso giugno dal CIO, con la quale la scherma arriverà ad avere il programma completo con 12 gare. In tal senso, il Comex FIE ha deciso di proporre al Congresso del prossimo dicembre la riconferma dei criteri di qualificazione olimpica già adottati in vista di Rio2016. Qualora il Congresso approvasse la proposta, staccherebbero il pass per Tokyo2020 le prime quattro Nazionali del ranking internazionale di ciascuna specialità, assieme alle prime per Continente, tra le prime 16 della classifica mondiale.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

Under 20: Natalia Botello vince la prova di sciabola femminile a San Josè

 

A completare il fine settimana di Coppa del Mondo Under 20, anche la prova di sciabola femminile disputatasi sulle pedane di San Josè in Costa Rica.

A vincere è stata la messicana Natalia Botello, campionessa del Mondo di categoria lo scorso aprile a Plovdiv, che nell’atto decisivo ha battuto per 15-10 l’ungherese Liza Pusztai, iridata Cadetti sempre nella rassegna bulgara e protagonista lo scorso luglio ai Mondiali Assoluti di Lipsia. A completare il podio le due statunitensi Maya Chamberlain ed Elizabeth Tartakovsky.

In gara non c’erano italiane.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

 

Tommaso Marini vince la gara satellite di fioretto a Londra

 

Tommaso Marini ha vinto la gara satellite di fioretto maschile disputatasi oggi a Londra. Lo jesino, che nella gara di Coppa del Mondo Under 20 di ieri aveva chiuso a un passo dalla finale a otto, oggi si è rifatto con gli interessi vincendo una gara con al via oltre 200 atleti.

Decisiva, ai fini del trionfo finale, la vittoria per 15-12 contro il russo Anton Borodachev. Due francesi a completare il podio, Alexandre Ediri e Wallerand Roger. Da segnalare, in chiave italiana, l’ingresso negli otto di Alvise Dal Santo (battuto ai quarti proprio da Marini) e Tommaso Chiappelli.

Classifica – 1. Marini (Ita), 2. Borodachev (Rus), 3. Ediri (Fra), 3. Roger (Fra), 5. Chiappelli (Ita), 6. De Greef (Bel), 7. Tofalides (Cyp), 8. Dal Santo

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

Under 20: azzurri terzi a Teheran nella gara a squadre di sciabola maschile

 

Dopo il terzo posto di Giacomo Mignuzzi maturato ieri nella prova individuale, l’Italia della sciabola maschile Under 20 raccoglie un altro podio nella prova a squadre: a Teheran, infatti, il terzetto composto dallo stesso Mignuzzi, da Alberto Arpino e Fabrizio Maria Scisciolo, ha chiuso al terzo posto. Decisiva, la vittoria per 45-34 contro l’Iraq. In precedenza, gli azzurri avevano battuto la Romania ai quarti, prima di venire beffati per 45-44 dalla Bielorussia in semi-finale.

Vittoria finale per i padroni di casa dell’Iran, che si sono imposti per 45-43 proprio sui Bielorussia.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Under 20: terzo posto per Mignuzzi a Teheran

 

Si apre con un terzo posto di Giacomo Mignuzzi a Teheran l’edizione 2017/2018 della Coppa del Mondo Under 20 di sciabola maschile. In Iran, il Carabiniere azzurro si è infatti fermato in semifinale nella prova individuale, dopo essere stato battuto per 15-12 dal tedesco Frederic Kindler.

La prova è stata vinta dal bielorusso Kiryl Kirpychou, che in finale ha battuto prorpio Kindler. Podio anche per il beniamino di casa Ahmiramad Amini. Più indietro gli altri azzurri in gara, Alberto Aprino e Fabrizio Maria Scisciolo, che si sono entrambi fermati agli ottavi di finale. Domani prova a squadre.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Sciabola femminile: vince la Kormilitsyna, Gargano ai piedi del podio

 

Si è chiusa ai quarti di finale l’avventura di Rebecca Gargano, la migliore delle azzurre nella giornata di oggi, ai Campionati Mondiali Militari di Acireale. La sciabolatrice azzurra, infatti, è stata sconfitta per 15-7 dalla polacca Jozwiack, fermandosi così ai piedi del podio.

Si sono invece fermate agli ottavi di finale le altre azzurre in gara, con Martina Criscio sconfitta 15-13 dalla Kormylitsina, mentre Michela Battiston (che oggi compiva gli anni), e Chiara Mormile sono state beffate all’ultima stoccata rispettivamente dalla francese Taillandier e dalla cinese Chen.

A prendere l’oro a fine giornata, la russa Svetlana Kormilitsyna, che in finale ha battuto per 15-10 la romena Bianca Pascu. Stop in semifinale e conseguente medaglia di bronzo per Manon Brunet e per Bogna Jozwiack.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

Mondiali Militari: Szabo oro nella sciabola maschile, azzurri giù dal podio

 

Si è chiusa senza medaglie italiane la prova di sciabola maschile ai Campionati Mondiali Militari di scherma in corso ad Acireale. I migliori degli azzurri, infatti, sono stati Giovanni Repetti e Alberto Pellegrini, che si sono fermati ai quarti di finale, il primo battuto 15-12 da Yagodka, il secondo beffato da Huebers sul 14-15. Stop agli ottavi per Matteo Neri e Diego Occhiuzzi.

A vincere è stato Matyas Szabo: il tedesco ha piegato 15-14 il russo Kamil Ibragimov – bronzo lo scorso luglio a Lipsia – al termine di un assalto entusiasmante. Terzo posto per i due “giustizieri” degli azzurri, ovvero Andry Yagodka e Richard Huebers.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi