Ancora un grande successo per #FencingMob

 

Entusiasmo e una grandissima adesione che, anno dopo anno, si rinnova continuamente. Con buona pace del maltempo che, in qualche occasione, ha provato a fare da guastafeste; ma nulla, domenica 10, ha potuto fermare la pacifica invasione degli schermidori nelle vie e nelle piazze di tutto il Mondo per celebrare l’edizione 2017 del Fencing Mob, lanciato quattro anni fa dalla Federazione Italiana Scherma e ormai diventato appuntamento irrinunciabile in ogni angolo del pianeta.

In totale si sono registrati 104 diversi flash mob, con 31 nazioni coinvolte sparse per tutti i Continenti: dalla Germania alla Colombia, passando per India e Nuova Zelanda (dove è andato anche in scena l’assalto ad alta quota per il World Fencing Day sulla Sky Tower di Auckland); senza dimenticare Regno Unito, Ungheria, Polonia, El Salvador, Spagna, Romania, Giordania, Panama, Usa, Cina, Puerto Rico, Francia, Cipro, Croazia, Algeria, Belgio, Irlanda, Olanda, Colombia Brasile, Finlandia, Bulgaria, Repubblica Dominicana, Guatemala, Messico, Grecia e Lituania.

In Italia sono state 51 le città coinvolte, anche se in alcuni luoghi gli organizzatori hanno dovuto rivedere i propri programmi causa maltempo. A Milano l’ospite d’onore è stato il due volte campione del Mondo di spada Paolo Pizzo, che ha aderito con grande entusiasmo all’iniziativa. Che tornerà a ripetersi nel 2018: la data c’è già, il prossimo 9 settembre. Il giorno in cui gli schermidori di tutto il Mondo (oltre 5000 il dato stimato sulla partecipazione Mondiale) usciranno ancora una volta dal “buio” delle sale per invadere i luoghi simbolo delle città.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

 

Mondiali Militari scherma Acireale 2017: il programma delle gare

 

Ormai è tutto pronto ad Acireale per il via all’edizione 2017 dei Campionati Mondiali Militari di scherma, in programma dal 13 al 17 settembre. Il via alle gare è fissato per il giorno 14 settembre, ma già nella giornata di domani, mercoledì 13 settembre, si entra nel vivo con la cerimonia di inaugurazione in Piazza del Duomo. Le gare si svolgeranno al Pala Tupparello di Acireale, eccezion fatta per la giornata del 16 settembre, la cui sede è il Palazzetto dello Sport di Caltagirone.

Di seguito il programma completo delle gare:

Giovedì 14 settembre

Fioretto femminile individuale
Spada femminile individuale
Sciabola maschile individuale

Venerdì 15 settembre

Sciabola femminile individuale
Fioretto maschile individuale
Spada maschile individuale

Sabato 16 settembre

Fioretto femminile a squadre
Spada femminilea squadre
Sciabola maschile a squadre

Domenica 17 settembre

Sciabola femminile a squadre
Fioretto maschile a squadre
Spada maschile a squadre

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

VIDEO – Scherma… ad alta quota ad Auckland

 

 

Un assalto di fioretto a quasi 200 metri d’altezza e come cornice la veduta su tutta Auckland. Sensazioni indubbiamente uniche quelle provate da questi due schermidori in Nuova Zelanda lo scorso sabato in occasione del World Fencing Day.

Il tutto è stato documentato con un video. Immagini altamente spettacolari, vedere per credere!

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Coppa Italia per società non militari, i risultati della seconda giornata

 

Con le gare di spada (femminile e maschile) e di fioretto maschile, è calato il sipario sull’edizione 2017 della “Festa della scherma” e della Coppa Italia riservata alla società non militari.

Fra le spadiste, a vincere è stata la squadra della Pro Vercelli (Federica Isola, Camilla Messina, Giulia Giorgione, Benedeta Repanati), che si è imposta per 45-38 sulla compagine genovese della Cesare Pompilio (Annalisa Caviglia, Sara De Alti, Luisa Tesserin).

Derby tutto toscano per decidere le sorti della Coppa Italia nella spada maschile, con il Cus Siena (Lorenzo Bruttini, Bernardo Crecchi, Lorenzo Toracca, Edoardo Vichi) bravo a imporsi sui ragazzi del Club Scherma Pisa “Antonio di Ciolo” (Jacopo Marini, Cosimo Martini, Gabriele Risicato, Matteo Trager). Per la società pisana, sconfitta 45-32, è però arrivato un pronto riscatto nella prova di fioretto maschile: merito di Tommaso Chiappelli, Alessio Di Tommaso, Alessandro Maci e Filippo Mariotti, che nella finale contro il Circolo della Spada Mangiarotti (Ettore D’Angelo, Saverio Schiavone, Matteo Claudio Resegotti, Filippo De Vizzi) si sono imposti per 45-24.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi

Alluvione a Livorno, allagata la nuova palestra dell’Accademia della Scherma

 

Una città in ginocchio, 7 morti e danni incalcolabili. Livorno fa i conti con il tragico nubifragio abbattutosi nella notte e si risveglia sommersa dall’acqua. A pagare pesante tributo, anche la palestra dell’Accademia della Scherma Livorno, completamente allagata e per questo inagibile.

Un colpo durissimo, una beffa resa ancora più atroce dal fatto che la società aveva aperto la sua nuova palestra alla Collinaia non più tardi dello scorso lunedì 4 settembre. «Avevamo appena gioito perché pensavamo di aver messo a segno una bellissima stoccata!» si legge sulla pagina Facebook della società labronica «ma quello che abbiamo trovato stamani dopo l’alluvione di stanotte a Livorno è stato un colpo impossibile da parare e che ci ha messi letteralmente in ginocchio. Questa volta chiediamo AIUTO a tutti coloro che ci potranno e vorranno dare una mano per ripartire, perché siamo disperati! Grazie».

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Coppa Italia per società , i risultati della prima giornata

 

La prima giornata della “Festa della scherma” 2017, in programma fra oggi e domani a Firenze nella prestigiosa e suggestiva cornice del Palazzo Vecchio, ha visto anche la disputa delle prime gare valide per la Coppa Italia riservata alle società civili. A venir assegnati, i titoli di fioretto femminile, sciabola femminile e sciabola maschile.

La prima finale a essere disputata è stata quella della sciabola femminile, dove a sfidarsi sono stati il Club Scherma Roma (Arianna Sakellariou, Aurora Paragallo, Giulia Arpino e Alessia Di Carlo a comporre il quartetto) e la squadra della Gemina Scherma, in formazione completamente rimaneggiata rispetto a quella che lo scorso maggio a Gorizia si è confermata in Serie A1 (Laura Zatti, Beatrice FornasirCristiana Moratto in pedana). L’assalto si è chiuso sul 45-29 per la compagine romana, che si è così portata a casa la Coppa.

Un guizzo di Giacomo Mignuzzi ha invece deciso la prova di sciabola maschile: finisce 45-44 per la Lazio Scherma Ariccia, infatti, un tiratissimo ed equilibratissimo derby che ha avuto per protagonista dall’altra parte del rullo ancora una volta il Club Scherma Roma (Fabrizio Affede, Francesco Cannas, Alessandro Moca e Bruno Mozzetti). In pedana per il club vincitore, oltre al già citato Mignuzzi (in prestito dai Carabinieri), anche Nicola PossentiEdoardo Bagni ed Edoardo Ritorto.

In mezzo, la finale del fioretto femminile, che ha visto contrapporsi Club Scherma Jesi e Frascati Scherma. A vincere proprio la compagine marchigiana (Elena Tangherlini, Alessandra Petrignani, Cecilia Maria Tempesta, Martina Manzoli), che si è imposta con il punteggio di 45-31 sul club frascatano, rappresentato in pedana da Chiara Tranquilli, Serena Puglia, Alessandra Conti e Lucrezia Grimaldi. Domani il programma si conclude con le gare di spada e con il fioretto maschile.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Trifiletti/Bizzi

Altro riconoscimento per Bebe: a lei il premio per il miglior debutto alle Paralimpiadi di Rio

 

C’è ancora una coda felice nel magico 2016 di Beatrice Vio: la fuoriclasse di Mogliano Veneto, infatti,  è stata insignita ieri del prestigioso premio conferito dal Comitato Paralimpico Internazionale – International Paralympic Awards – per il miglior debutto (al femminile) in un’edizione dei Giochi Paralimpici. La cerimonia di premiazione si è svolta ad Abu Dhabi.

A Rio De Janeiro, ricordiamo, la schermitrice azzurra è stata assolutamente mattatrice nel fioretto femminile, dapprima vincendo la prova individuale, quindi prendendosi assieme ad Andreea Mogos e Loredana Trigilia la medaglia di bronzo nella prova a squadre.

«Spero che questo premio possa stimolare tanti altri bambini, ragazzi e ragazze che, come me, si sono trovati una giornata a dover ricominciare da zero. Lo sport può aiutarti a riprendere in mano la tua vita e farti capire, nonostante tutto, quanto sia bella», ha poi commentato la stessa Bebe alla “Gazzetta dello Sport”: Beatrice Vio è la seconda italiana ad aggiudicarsi questo prestigosio premio – per il quale erano in lizza anche la nuotatrice olandese Lisette Bruinsma e la britannica Kadeena Kox, che si sdoppia fra atletica e ciclismo – dopo Alex Zanardi nel 2012.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook