Villa Sarsina ad Anzio ospita nel fine settimana l’edizione 2019 della festa della scherma

 

Sarà Anzio (il cui Circolo della  Scherma festeggia i 50 anni di attività) ad ospitare, quest’anno, la tradizionale apertura della stagione schermistica nazionale, la Festa della Scherma. Nella cornice di Villa Sarsina, sede di rappresentanza del Comune laziale, si terrà l’assegnazione dei tanti riconoscimenti per la passata stagione e del premio “Adolfo Cotronei” assegnato al giornalista che ha saputo meglio raccontare le emozioni della scherma. Inoltre, nella mattinata di sabato 14 settembre, si terrà il consueto incontro annuale tra il Consiglio federale ed i rappresentati delle società schermistiche italiane.

Ad anticipare il tutto, i lavori del Consiglio Federali (previsti per la giornata di oggi venerdì 13 settembre) in cui, fra le altre cose, verrà analizzato il cammino dell’Italia all’ultimo Mondiale di Budapest – chiuso senza ori – e nella prima parte di qualificazione Olimpica, con gli azzurri che al momento porterebbero a Tokyo tutte e sei le squadre.

Non manca la componente agonistica, con l’assegnazione della Coppa Italia per società civili in tutte e sei le armi, con le gare spalmate fra il sabato e la domenica. Di seguito il programma:

Sabato 14 settembre

Ore 15.00 – Fioretto maschile: Club Scherma Pisa “Antonio Di Ciolo” – Club Scherma Salerno
Ore 16.00 – Sciabola maschile: Club Scherma Roma – Virtus Scherma Bologna
Ore 16.45 –  Sciabola femminile: Club Scherma Roma – Frascati Scherma

Domenica 15 settembre

Ore 10.00 – Spada femminile: Cesare Pompilio Genova – Pro Vercelli
Ore 11.00 – Fioretto femminile: Comini Padova – Pro Patria Busto Arsizio
Ore 12.00 –  Spada maschile: Scherma Cariplo Piccolo Teatro – CUS Pavia

La Federazione Italiana Scherma curerà la diretta video dell’evento tramite i propri canali Facebook e Youtube.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Telegram

Pianeta Scherma su Facebook

Arianna Errigo gareggerà in due armi anche nella prossima stagione di Coppa del Mondo

 

Ci sarà ancora la doppia arma nel futuro immediato di Arianna Errigo: la campionessa muggiorese ha infatti lasciato intendere, tramite un post social in cui annuncia il suo debutto stagionale il prossimo ottobre a Bastia Umbra, sede della prima Prova Nazionale Open di qualificazione agli Assoluti 2020, che la prossima stagione di Coppa del Mondo la vedrà ancora impegnata tanto nel fioretto quanto nella sciabola.

«Il primo appuntamento sarà a Bastia Umbra il 20 ottobre. Gara di qualificazione al campionato italiano» ha scritto Arianna «Userò questa gara come test per iniziare al meglio la stagione di Coppa del Mondo, di fioretto e sciabola!».

Nella stagione che porta dritta alle Olimpiadi, quindi, Arianna Errigo prova a giocarsi fino in fondo le proprie carte per poter portare a termine con successo la sfida di una doppia qualificazione (da coronare possibilmente con doppia medaglia) lanciata ormai tre anni fa.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Telegram

Pianeta Scherma su Facebook

Foto Bizzi

Mondiali scherma paralimpica: azzurri in partenza verso la Corea

 

È scattata ufficialmente con la partenza degli atleti verso la Corea del Sud l’operazione Mondiale di scherma paralimpica per la delegazione azzurra. E se a Cheongju le gare scatteranno soltanto martedì 17 settembre con le prime prove individuali (clicca qui per il calendario dettagliato), in questi giorni gli atleti italiani avranno modo di ambientarsi al meglio e affinare gli ultimi dettagli in vista del via alle gare dopo il tanto lavoro svolto nei collegiali in Italia.

A rappresentare l’Italia in pedana ci saranno 12 atleti, che non solo si giocheranno le medaglie ma anche andranno a caccia di importantissimi punti per la qualificazione ai prossimi Giochi Paralimpici di Tokyo 2020.

UOMINI

Matteo Betti – Cat. A – Fioretto maschile | Spada maschile
Edoardo Giordan – Cat. A – Fioretto maschile | Sciabola maschile
Emanuele Lambertini – Cat. A – Fioretto maschile | Spada maschile
Alberto Morelli – Cat. A – Sciabola maschile a squadre
Marco Cima – Cat. B – Fioretto maschile | Sciabola maschile
Gianmarco Paolucci – Cat. B – Fioretto maschile | Sciabola maschile | Spada maschile
William Russo – Cat. C – Fioretto maschile | Spada maschile

DONNE

Andrea Mogos – Cat. A – Fioretto femminile | Sciabola femminile
Loredana Trigilia – Cat. A – Fioretto femminile | Sciabola femminile
Beatrice Maria Vio – Cat. B – Fioretto femminile
Rossana Pasquino – Cat. B – Spada femminile | Sciabola femminile
Consuelo Nora – Cat. C – Fioretto femminile | Spada femminile

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Telegram

Pianeta Scherma su Facebook

Marta Cammilletti terza anche nella gara satellite di Amsterdam

 

Tre giorni dopo aver centrato il podio nella gara satellite di fioretto femminile a Tashkent, Marta Cammilletti fa il bis anche in quella di Amsterdam, chiudendo al terzo posto anche in Olanda. A fermare l’azzurra, un problema fisico al ginocchio che non le ha permesso di disputare la semifinale contro la canadese Kelleigh Ryan. Per la bustocca, si tratta comunque del secondo podio in altrettante gare di questo avvio di stagione.

A vincere è stata la statunitense Maia Mai Weintraub, che ha battuto per 15-12 proprio la Ryan, mentre sul terzo gradino del podio è salita anche la turca Irem Karamete. A Budapest si è disputata anche la gara maschile, vinta da Martino Minuto e con Filippo Guerra che ha chiuso in ottava posizione.

 

 

A Budapest un flash mob nella piazza del Parlamento per il World Fencing Day

 

Si celebra oggi il World Fencing Day, la giornata Mondiale della scherma dal 2017 appuntamento fisso di inizio settembre e quest’anno dedicata al tema della protezione dell’ambiente. E proprio in occasione di questa ricorrenza, l’iconica Piazza del Parlamento di Budapest è stata letteralmente invasa da centinaia di schermidori che hanno dato vita a un flash mob a cui hanno preso parte atleti di ogni età e categoria: dai più giovani ai Master, ma anche autentiche leggende della scherma magiara, fra cui Ildikó Rejtő (doppio oro Olimpico nel fioretto a Tokyo 1964) e il fresco campione del Mondo di spada maschile Gergely Siklosi, oro proprio a Budapest lo scorso luglio.

Intanto domani si rinnova l’appuntamento con fencing mob, l’evento organizzato dalla Federazione Italiana Scherma per portare lo sport di fioretto, sciabola e spada fuori dai tradizionali luoghi e avvicinarsi così al grande pubblico.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Telegram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Federazione Scherma Ungheria/Facebook

Fioretto femminile: Marta Cammilletti terza nella gara satellite di Tashkent

 

Con le prime gare satellite è cominciata ufficialmente la stagione internazionale della scherma. E nella gara di fioretto femminile svoltasi a Tashkent, Uzbekistan è arrivato subito un ottimo risultato per Marta Cammilletti, che ancora una volta si rivela autentica specialista di queste gare, confermando il suo feeling con il podio.

La fiorettista bustocca, infatti, ha conquistato il terzo posto maturato dopo la sconfitta per 15-13 nella semifinale contro la russa ora uzbeka Yana Alborova. La gara è stata poi vinta da Marta Martyanova (15-11 il punteggio della finale), mentre assieme all’azzurra sul terzo gradino del podio è salita un’altra atleta di casa, Umida Ilyosova.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Telegram

Pianeta Scherma su Facebook

Si è sposata Elisa Di Francisca, il matrimonio a Ischia

 

Lo splendido scenario di Ischia ha fatto da cornice al matrimonio da favola di Elisa Di Francisca. La fiorettista azzurra, medaglia di bronzo agli ultimi Mondiali di Budapest, si è sposata oggi con il suo compagno Ivan Villa, suggellando con il fatidico sì, pronunciato nella Chiesa del Soccorso, il loro amore da cui è nato due anni fa il piccolo Ettore.

Da parte della Redazione di Pianeta Scherma, i migliori ai neo-sposi.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Telegram

Pianeta Scherma su Facebook