Sciabola femminile: dieci azzurre si qualificano al tabellone principale del Grand Prix di Mosca

 

Saranno 10 le azzurre in gara domani nella prova femminile del Grand Prix di sciabola a Mosca (oggi la gara maschile, alle 13 la diretta). Alle già qualificate Rossella Gregorio, Irene Vecchi, Loreta Gulotta e Martina Criscio, si sono aggiunte oggi già dopo i gironi Arianna Errigo e Rebecca Gargano.

Sono invece passate con successo dai tabelloni preliminari Lucia Lucarini, Sofia Ciaraglia, Michela Battiston e Chiara Mormile. Eliminate invece Caterina Navarria e Camilla Fondi. Questi gli accoppiamenti per la gara di domani, spicca il derby Errigo-Mormile.

Gregorio – Klimova (Rus)
Criscio – Gkountoura (Gre)
Vecchi – Andreyeva (Blr)
Battiston – Podzniakova (Rus)
Lucarini – Kormylitsina (Rus)
Errigo – Mormile
Ciaraglia – Sheveleva (Rus)
Gulotta – Bunyatova (Aze)
Gargano – Kozaczuck (Pol)

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi/Fie

Sara Balzer torna in gara a Mosca dopo l’infortunio ai Mondiali

 

Non solo quelli di Sofia Velikaya e di Azza Besbes. La gara femminile del Grand Prix di sciabola a Mosca (clicca qui per le italiane in gara), segna il rientro in pedana di un’altra protagonista del circuito, ovvero la francese Sara Balzer.

La sciabolatrice transalpina si era gravemente infortunata lo scorso luglio nel corso della prova individuale dei Campionati Mondiali di Mosca mentre era impegnata nell’assalto valido per gli ottavi di finale contro Irene Vecchi, procurandosi la rottura totale del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Dieci mesi dopo quel maledetto 22 luglio, la ventiduenne di Strasburgo, è pronta a fare il proprio ritorno in gara. Sarà di scena domani, quando nella giornata dedicata alle qualificazioni, proverà a raggiungere le sue compagne già qualificate al tabellone principale in programma domenica.

«Tutto questo cominciava a mancarmi» ha confidato all’Equipe la stessa Balzer «le gare in primis, ma anche i viaggi e stare con il gruppo, anche se il contatto con le ragazze non si è mai interrotto nel periodo in cui sono stata infortunata». Nessuna particolare aspettativa sul risultato della gara, ma Sara vuole gustarsi appieno il rientro: «Voglio fare il mio ritorno con grande calma, ritrovare la pressione, ma anche le mie sensazioni e i miei riferimenti. Per gli obiettivi sportivi ci pensiamo la prossima stagione, ora sono solo felice di poter riprendere».

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie di Augusto Bizzi 

Parte dal Grand Prix di Mosca la stagione di Azza Besbes

 

Lo scorso aprile aveva annunciato di voler porre fine alla propria attività sportiva. Ma ora, grazie all’interesse di uno sponsor privato, Azza Besbes può tornare a fare ciò che più le piace: gareggiare con la sua amata sciabola. La tunisina, vice-campionessa del Mondo in carica dopo l’argento vinto a Lipsia, sarà infatti in gara domenica nel Grand Prix di sciabola femminile di Mosca.

Ad annunciarlo, la stessa Azza tramite il proprio canale social. E se l’assenza dalla gare che si protrae proprio dalla competizione iridata potrebbe farsi sentire, il poterci essere rappresenta per lei «una grande vittoria».

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Sciabola femminile: le azzurre per il Grand Prix di Mosca

 

Sono 12 le azzurre in gara nel Grand Prix di Mosca, in programma questo fine settimana nella capitale russa. Si tratta di Michela Battiston, Sofia Ciaraglia, Martina Criscio, Arianna Errigo, Camilla Fondi, Rebecca Gargano, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta, Lucia Lucarini, Chiara Mormile, Caterina Navarria, Irene Vecchi.

Già certe di un posto nel tabellone delle 64 Gregorio, Vecchi, Gulotta e Criscio – Kharlan non è nella entry list e l’assenza dell’ucraina spiana la strada alla foggiana – per tutte le altre la gara inizia nella giornata di sabato, quando saranno impegnate nella fase a gironi e negli eventuali assalti ad eliminazione diretta dei tabelloni preliminari. Domenica il tabellone principale e la proclamazione della vincitrice.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Sciabola femminile: a Mosca torna Sofya Velikaya

 

Ci sarà anche Sofya Velikaya in gara al prossimo Grand Prix di sciabola in programma nel fine settimana a Mosca. La russa due volte campionessa del Mondo, fa così il suo ritorno in pedana dopo la secondo maternità e quasi a due anni di distanza dall’ultima competizione in occasione delle Olimpiadi di Rio 2016, dove chiuse con l’argento la prova individuale prima di vincere assieme a Yana Egorian, Yulia Gavrilova ed Ekaterina Dyachenko l’oro nella prova a squadre.

Per la trentaduenne di Alma Ata si tratta del secondo ritorno post maternità dopo quello che 2014. Nel 2015 fu protagonista di una stagione esaltante, in cui diede vita a un bellissimo testa a testa con Olga Kharlan lungo tutta la stagione di Coppa del Mondo prima di sprintare con la doppietta d’oro fra Europei e Mondiali. Quello di Mosca sarà un interessante test per valutare la condizione della sciabolatrice russa, anche se lei stessa – intervenendo alla conferenza stampa di presentazione del Grand Prix – ha ammesso di essere ben lontana dal top della forma: «Sono felice di essere tornata in pedana» ha detto «Naturalmente essendomi allenata solo per due mesi non posso dire di essere al meglio della forma, ma spero comunque di poter esprimere una buona scherma».

 

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie di Augusto Bizzi per Federscherma