Da Bebe Vio a Bebe…Pio: l’azzurra protagonista su Topolino

 

Bebe Vio diventa fumetto e si trasforma in Bebe Pio. La fuoriclasse di Mogliano Veneto, infatti, sarà protagonista di tre brevi storie a fumetti sul numero 3255 del mitico Topolino, in edicola a partire da mercoledì 11 aprile.

Bebe Vio in versione fumetto

Tutte le storie sono ispirate ad episodi salienti della vita della stessa Bebe, che è stata anche intervistata da alcuni giovani lettori del celebre magazine a fumetti. Ci sarà anche  un “filo diretto” con i lettori, che saranno invitati a inviare messaggi e disegni dedicati al tema “Supereroi oltre le barriere”.

I migliori contributi saranno pubblicati sul numero di Topolino in edicola a metà giugno, in occasione dei Giochi senza Barriere, organizzati da Art4Sport, l’Associazione della famiglia Vio nata per aiutare i portatori di protesi a praticare il loro sport, durante la quale personaggi famosi e disabili si sfideranno in divertenti corse a ostacoli ispirate al tema dei supereroi.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Bebissima! Vio ancora d’oro, argento per Sarri nella spada

Ancora un trionfo per la fuoriclasse azzurra, che centra il secondo titolo iridato di fila. Alessio Sarri arriva a una stoccata dall’oro nella spada B.  Continue reading

Altro riconoscimento per Bebe: a lei il premio per il miglior debutto alle Paralimpiadi di Rio

 

C’è ancora una coda felice nel magico 2016 di Beatrice Vio: la fuoriclasse di Mogliano Veneto, infatti,  è stata insignita ieri del prestigioso premio conferito dal Comitato Paralimpico Internazionale – International Paralympic Awards – per il miglior debutto (al femminile) in un’edizione dei Giochi Paralimpici. La cerimonia di premiazione si è svolta ad Abu Dhabi.

A Rio De Janeiro, ricordiamo, la schermitrice azzurra è stata assolutamente mattatrice nel fioretto femminile, dapprima vincendo la prova individuale, quindi prendendosi assieme ad Andreea Mogos e Loredana Trigilia la medaglia di bronzo nella prova a squadre.

«Spero che questo premio possa stimolare tanti altri bambini, ragazzi e ragazze che, come me, si sono trovati una giornata a dover ricominciare da zero. Lo sport può aiutarti a riprendere in mano la tua vita e farti capire, nonostante tutto, quanto sia bella», ha poi commentato la stessa Bebe alla “Gazzetta dello Sport”: Beatrice Vio è la seconda italiana ad aggiudicarsi questo prestigosio premio – per il quale erano in lizza anche la nuotatrice olandese Lisette Bruinsma e la britannica Kadeena Kox, che si sdoppia fra atletica e ciclismo – dopo Alex Zanardi nel 2012.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Beatrice Vio oggetto di minacce e intimidazioni a sfondo sessuale su Facebook

 

Una pagina creata “ad hoc” su Facebook (e ora per fortuna eliminata) per incitare alla violenza sessuale verso Bebe Vio. A renderlo noto, il Codacons, che ha sporto denuncia nei confronti del social network dopo aver più volte segnalato suddetta pagina agli amministratori.

La denuncia è stata fatta alle procure di Roma e Venezia, la richiesta è quella di «utilizzare ogni strumento investigativo consentito dalla legge e dal rito allo scopo di predisporre tutti i controlli necessari per accertare e verificare se i fatti esposti possano integrare fattispecie di illecito civile, amministrativo e penale, nella forma tentata e consumata, nonché individuare tutti i soggetti da ritenersi responsabili e di conseguenza adottare i dovuti ed eventuali provvedimenti sanzionatori»

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma

Bebe Vio premiata ai Laureus Sports Awards

 

Continua il magic moment di Beatrice Vio. Per la fuoriclasse della scherma paralimpica ieri è arrivato un altro prestigiosissimo riconoscimento, con la vittoria ai Laureus Awards nella categoria di “Sportivo dell’anno con disabilità”.

La ragazza di Mogliano Veneto ha battuto la concorrenza di grandi nomi dello sport Paralimpico mondiale: la sprinter cubana Omara Durand, lo svizzero Marcel Hug (proveniente sempre dall’atletica), i nuotatori Ihar Boki e Sophie Pascoe e il sollevatore di pesi iraniano Siamand Rahman. A consegnarle il premio, in un vero festival dell’orgoglio sportivo italiano, Alessandro Del Piero.

E dopo la cerimonia, un bel selfie collettivo di tutti i vincitori, con la nostra atleta a svettare fra i più grandi interpreti dello sport Mondiale.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook