Scherma Paralimpica: Bebe Vio trionfa a Eger, podio per Andreea Mogos

 

Nemmeno il tempo di festeggiare la vittoria nei prestigiosi Laureus Sport Awards, che Bebe Vio è tornata a fare quello che meglio le riesce: trionfare in pedana. A Eger, prima tappa di Coppa del Mondo, l’azzurra ha strapazzato la concorrenza nella prova di fioretto femminile Categoria B, concedendo solo 12 stoccate in 4 incontri ad eliminazione diretta. Il 15-1 contro l’ucraina Pozniak è stata la pennellata finale all’ennesima vittoria in carriera dell’inarrestabile azzurra, che per il resto ha vinto gli altri match per 15-3 (in due occasioni) e 15-5.

Nelle altre gare di oggi, da segnalare anche il terzo posto di Andeea Mogos nella prova di fioretto Categoria A: per l’azzurra, stop in semifinale per mano della padrona di casa Szuszanna Krayniak. A vincere la gara è stata un’altra ungherese, Eva Andre Hajmasi. Stop ai quarti di finale per Loredana Trigilia. A completare il programma di gare odierno, la spada maschile Cat A e B, con i podi sfiorati da Matteo Dei Rossi, Emanuele Lambertini (secondo ieri nel fioretto Categoria A) e Alessio Sarri, tutti fermati ai quarti di finale.

Classfiche

Fioretto femminile Cat. A – 1. Hajmasi (Hun), 2. Krajnyak (Hun), 3. Mogos (ITA), 3. Morkvych (Ukr), 5. Fan (Hkg), 6. Trigilia (ITA), 7. Evdokimova (Rus), 8. Efimova (Rus)

Fioretto femminile Cat. B – 1. Vio (ITA), 2. Pozniak (Ukr), 3. Chung (Hkg), 3. Khetsuriani (Geo), 5. Makrytskaya (Blr), 6. Sakurai (Jpn), 7. Fiaklistava (Blr), 8. Doloh (Ukr).
17. Biagini (ITA)

Spada maschile Cat. A – 1. Shaburov (Rus), 2. Mahula (Ukr), 3. Gilliver (Gbr), 3. Schmidt (Ger), 5. Fedyaev (Rus), 6. Dei Rossi (ITA), 7. Noble (Fra), 8. Lambertini (ITA).
18. Giordan (ITA)

Spada maschile Cat. B – 1. Pranevich (Blr), 2. Coutya (Gbr), 3. Sinkevich (Blr), 3. Surajewsky (Pol), 5. Proska (Pol), 6. Sarri (ITA), 7. Kurzin (Rus), 8. Grandrillon (Fra).
13. Leopizzi (ITA)

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Beatrice Vio è fra i candidati ai Laureus Sports Award 2017

 

Continua il periodo d’oro di Beatrice Vio. Bebe, infatti, è entrata nella lista dei candidati a vincere il premio per miglior atleta con disabilità ai prossimi Laureus Sports Awards, la cerimonia che ogni anno premia i migliori sportivi del Mondo.

La fiorettista azzurra, oro nella prova individuale e medaglia di bronzo in quella a squadre alle ultime Paralimpiadi di Rio 2016, è infatti fra i sei in lizza per il premio Sportperson of the year with disability: assieme a lei, la fenomenale sprinter cubana Omara Durand, lo svizzero Marcel Hug (proveniente sempre dall’atletica), i nuotatori Ihar Boki e Sophie Pascoe e il sollevatore di pesi iraniano Siamand Rahman.

La cerimonia di premiazione si terrà a Montecarlo il prossimo 14 febbraio.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma

 

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Bebe in visita alla casa Bianca

 

Ci sarà anche Beatrice Vio nella delegazione che, il prossimo 18 ottobre. accompagnerà il Premier Matteo Renzi in visita al Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Un nuovo riconoscimento, quindi, per la fiorettista azzurra, medaglia d’oro individuale e bronzo a squadre alle Paralimpiadi di Rio 2016, scelta come una delle quattro donne simbolo dell’eccellenza italiana nel Mondo.

Assieme alla fiorettista di Mogliano Veneto, saranno presenti all’importante viaggio anche il sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini, la direttrice del Cern Fabiola Giannotti e Paola Antonelli curatrice del dipartimento di architettura e design del Museum of Modern Art.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Bebe testimonial della campagna di Anne Geddes per il vaccino anti-meningite

 

Uno scatto bellissimo, tenero e duro allo stesso tempo. Bebe Vio è stata immortalata dalla celebre fotografa Anne Geddes per sensibilizzare i genitori a favore del vaccino contro la meningite. Proprio una forma acuta di questa malattia, manifestatasi quando Beatrice aveva 11 anni, ha portato all’amputazione di tutti e quattro gli arti.

Nella foto, Bebe tiene in braccio un bambino, Vincent: “Lo scopo di questa immagine è quello di trasmettere il messaggio che questa patologia si può ampiamente prevenire. Non lasciate che questo accada a vostro figlio, vaccinatelo!” ha spiegato nella didascalia la stessa Geddes dopo aver raccontato la vita di Bebe e la sua forza nel sapersi rialzare dopo che la malattia l’aveva costretta a vivere senza gli arti.

La foto in cui compare l’azzurra, fa parte di una serie per la campagna Win for Meningitis, per la quale la Geddes ha fotografato una serie di atleti Paralimpici di tutto il mondo che hanno pagato un caro tributo alla malattia. Tutti loro posano tenendo in braccio dei bambini (vero marchio di fabbrica della fotografa australiana), uniti in coro a lanciare lo stesso messaggio: vaccinate i vostri figli.

bebe-ann-geddes

Fotografia: Anne Geddes

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Paralimpiadi: Bebe Vio portabandiera alla cerimonia di chiusura

 

 

Continua il sogno ad occhi aperti di Beatrice Vio a queste Paralimpiadi di Rio 2016. La fiorettista di Mogliano Veneto, infatti, è stata scelta come portabandiera dell’Italia per la cerimonia di chiusura della XV edizione dei Giochi Paralimpici Estivi che si svolgerà domani al Maracanà.

Dopo aver sfilato dietro alla sua amica Martina Caironi, quindi, Bebe guiderà la parata azzurra nell’ultimo atto delle Paralimpiadi brasiliane. Un’ esperienza, questa, che la fuoriclasse azzurra sicuramente conserverà per sempre nel proprio cuore, e non solo per le due medaglie – l’oro individuale e il bronzo a squadre – conquistate in pedana.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Un settebello per la caccia alle medaglie in pedana

Sette gli azzurri in gara oggi nelle prove di fioretto. Nella categoria B, è il giorno di Bebe.  Continue reading