Tommaso Martini e Lucrezia Dal Sal vittoriosi nella seconda giornata di gare a Foggia

 

Si è chiusa con le gare di fioretto maschile e sciabola femminile la due giorni di Foggia valida come prima Prova Nazionale Cadetti dedicata alle due armi convenzionali. La prima giornata di gare aveva visto la vittoria di Matilde Calvanese nel fioretto femminile ed Emanuele Nardella nella sciabola maschile.

Nel fioretto maschile a vincere è stato Tommaso Martini: decisivo per il successo, il 15-11 contro il padovano Matteo Panazzolo. A completare il podio, il livornese Giulio Lombardi e Damiano Di Veroli, che dopo essere stato protagonista settimana scorsa a Legnano nella prova di spada, conferma la sua vocazione biarma (marchio di fabbrica di famiglia) confermandosi sul podio anche nel fioretto.

Fra le sciabolatrici, si è imposta invece la friulana Lucrezia Dal Sal. La portacolori della Gemina Scherma, ha battuto in finale con il punteggio di 15-7 la napoletana Elisa Petrone. Terzo gradino del podio, invece, per Federica Guzzi Susini e per l’altra portacolori del Champ Napoli Gaia Pia Carella, entrambe fermatesi in semifinale, la prima battuta al fotofinish dalla Dal Sal, la seconda peer 15-10 nel derby tutto partenopeo con la Petrone.

Classifiche

Fioretto maschile – 1. Tommaso Martini (Club Scherma Agliana), 2. Matteo Panazzolo (Comini Padova), 3. Damiano Di Veroli (Giulio Verne Scherma), 3. Giulio Lombardi (Fides Livorno), 5. GIuseppe Franzoni (Club Scherma Roma), 6. Raian Adoul (Club Scherma Ancona), 7. Jacopo Bonato (Scherma Treviso), 8. Francesco Giovanni Fiore (Club Scherma Bari)

Sciabola femminile – 1. Lucrezia Del Sal (Gemina Scherma), 2. Elisa Petrone (Champ Napoli), 3. Federica Guzzi Susini (Club Scherma Torino), 3. Gaia Pia Carella (Champ Napoli), 5. Amelia Giovannelli (Frascati Scherma), 6. MariaChiara Dotoli (Milleculure Napoli), 7. Michela Landi (Club Scherma Napoli), 8. Alessia Piccoli (Lazio Scherma Ariccia)

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Foggia: nella prima giornata di gare, vittorie per Matilde Calvanese ed Emanuele Nardella

 

Con le prove di fioretto femminile e sciabola maschile si è aperta ieri a Foggia la prima Prova Nazionale Cadetti di fioretto e sciabola, prova qualificativa ai tricolori di categoria che avranno luogo a Lecce il prossimo maggio.

Fra le fiorettiste, a imporsi è stata la jesina Matilde Calvanese che, nell’assalto decisivo per la vittoria, ha battuto con il punteggio di 15-13 la portacolori della Comini Padova Margherita Lorenzi. Stop in semifinale e conseguente terzo posto per Irene De Biasio della Comense Scherma, battuta dalla futura vincitrice, e per Giulia Amore del Club Scherma Roma.

Nella sciabola maschile, vittoria speciale per Emanuele Nardella, profeta in patria nella sua Foggia in rappresentanza del Dauno Scherma, organizzatore dell’evento. Decisivo ai fini del successo, il 15-11 sul napoletano Giorgio Marciano, mentre il podio è stato completato da Alessandro Conversi e Marco Abate, fermati in semifinale rispettivamente da Nardella e Marciano in un derby tutto targato Champ Napoli.

Nella giornata di oggi si chiuderà con le gare di fioretto maschile e sciabola femminile.

Classifche

Fioretto femminile – 1. Matilde Calvanese (Club Scherma Jesi), 2. Margherita Lorenzi (Comini Padova), 3. Giulia Amore (Club Scherma Roma), 3. Irene De Biasio (Comense Scherma), 5. Eleonora Candeago (Scherma Mogliano), 6. Carlotta Ferrari (Comense Scherma), 7. Ludovica Mancini (Frascati Scherma), 8. Alessandra Cinotti (Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo)

Sciabola maschile – 1. Emanuele Nardella (Dauno Foggia), 2. Giorgio Marciano (Champ Napoli), 3. Marco Abate (Champ Napoli), 3. Alessandro Conversi (Club Scherma Roma), 5. Stefano Spadari (Virtus Scherma Bologna), 6. Riccardo Pucci (Frascati Scherma), 7. Pietro Torre (Fides Livorno), 8. Ciro Buenza (Dauno Foggia)

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

A Legnano è ancora festa Isef, a Carola Maccagno la spada femminile

 

Due atleti sul podio ieri nella gara maschile – vittoria di Enrico Piatti, terzo posto per Simone Mencarelli – e la vittoria oggi nella gara femminile grazie a Carola Maccagno. Un week-end trionfale, quello della prima Prova Nazionale Cadetti di spada chiusosi oggi a Legnano, per l’Isef Eugenio Meda di Torino, autentico mattatore della due giorni del Pala Borsani.

La Maccagno ha battuto in finale la forlivese Alice Franchini per 8-7, mentre sul terzo gradino del podio si sono fermate Lavinia Berardelli e Rebecca Baronetto, stoppate in semifinale. Piazzamento nelle otto anche per Alessandra Pennisi, Carlotta Cornalba, Cecilia Colombini e Francesca Parmesani.

Classifica – 1. Carola Maccagno (Isef Eugenio Meda Torino), 2. Alice Franchini (Circolo Schermistico Forlivese), 3. Lavinia Berardelli (Fiamme Oro Roma); 3. Rebecca Baronetto (Fond. Marcantonio Bentegodi), 5. Alessandra Pennisi (Circolo della Scherma Jonica), 6. Carlotta Cornalba (Pro Novara Scherma), 7. Cecilia Colombini (PentaModena), 8. Francesca Parmesani (Unione Ginnastica Goriziana)

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Eva Pavìa/Bizzi

Nel fine settimana a Legnano la prima Prova Nazionale Cadetti di spada

 

Saranno quasi 800 gli atleti che, fra sabato e domenica, si sfideranno sulle pedane allestite al Pala Borsani di Legano per la prima Prova Nazionale Cadetti di spada. La gara lombarda è la prima tappa di qualificazione ai Campionati Italiani di Categoria che si disputeranno il prossimo maggio a Lecce.

Si inizia nella giornata di sabato 20 ottobre con la prova maschile, che vede iscritti 437 atleti. Domenica sarà poi la volta della prova femminile, con 384 tiratrici in lista. Per entrambe le prove, il via è previsto alle ore 9.00 del mattino.

Programma

Sabato 19 ottobre

Spada maschile Cadetti – Ore 9.00

Domenica 20 ottobre

Spada femminile Cadette – Ore 9.00

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Buenos Aires 2018: a Liza Pusztai l’oro nella sciabola femminile

 

Doppietta ungherese nella sciabola ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires. Dopo la vittoria di Krisztian Rabb nella prova maschile, infatti, ieri è arrivata quella annunciata di Liza Pusztai nella gara femminile. Tutto come da pronostico, quindi, con la magiara che è arrivata a giocarsi il titolo con l’altra stellina del torneo, ovvero la messicana Natalia Botello.

15-8 il punteggio che ha consegnato alla Pusztai, due volte campionessa del Mondo Cadetti e già bronzo Europeo a livello assoluto (Tbilisi 2017), la medaglia più preziosa. Nella sfida per il bronzo, a spuntarla è stata la coreana Jueun Lee, brava a rimontare la belga Corteyn che aveva provato a scappare via nella prima fase del match.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Buenos Aires: il fioretto maschile parla francese, FIlippo Macchi si ferma ai quarti

 

Si è fermata ai quarti di finale l’avventura di Filippo Macchi nella prova di fioretto maschile ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires 2018. Il pisano è stato battuto infatti nell’assalto decisivo per l’accesso alla zona medaglie dal francese Armand Spichiger con il punteggio di 15-8.

Lo stesso transalpino ha poi conquistato l’oro dopo aver nettamente battuto in finale il campione del Mondo di categoria Under 17 Kenji Bravo, mentre una bella rimonta dall’11-13 ha premiato il danese Winterberg con la medaglia di bronzo ai danni del polacco Bem.

Oggi il programma della scherma si chiude con la prova a squadre miste continentali, mentre l’Italia mette a referto un bilancio individuale fatto di un oro, Davide Di Veroli nella spada maschile,  e di un argento, Martina Favaretto nel fioretto femminile.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Buenos Aires 2018: nella prova di spada femminile oro all’ucraina Kateryna Chorniy

 

Nella giornata di ieri ai Giochi Olimpici Giovanili Buenos Aires 2018 era in programma, oltre alla prova di spada maschile vinta da Davide Di Veroli, anche la gara al femminile.

A vincere è stata l’ucraina Kateryna Chorniy, che in finale è riuscita a superare con il punteggio di 11-9 la portacolori di Hong Kong, nonché campionessa del Mondo di categoria lo scorso aprile a Verona, Hsieh Kaylin Sin Yan, fra le favorite alla vigilia per la vittoria finale. Medaglia di bronzo per l’atleta ceca Veronika Bieleszova, che nella finalina con in palio il terzo posto ha battuto per 9-8 la belga Axelle Wasiak.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi