I quartetti azzurri per le prime gare di Coppa del Mondo, fra conferme e novità

Spiccano le assenze di Fiamingo e Errigo nelle squadre di spada e fioretto femminile. Tutti confermati gli altri quartetti. Continue reading

Presentata a Bastia Umbra la prima Prova Nazionale Open

 

È stata presentata oggi a Bastia Umbra la prima Prova Nazionale Open di tutte le armi che si terrà nel fine settimana che va dal 2 al 4 novembre. La tre giorni, che vedrà in gara tutti i big della scherma azzurra e che rappresenta il tradizionale “aperitivo” alla nuova stagione internazionale che scatta nel week-end successivo, mette in palio i primi pass per i Campionati Italiani Assoluti del prossimo giugno a Palermo.

«Bastia Umbra è orgogliosa di abbracciare ed accogliere la grande scherma per un evento senza precedenti nella nostra città»: così il Sindaco di Bastia Umbra, Luciano Ansideri durante la conferenza stampa. Un grande evento per l’Umbira, che si conferma ombelico della scherma azzurra dopo i successi di Andrea Santarelli a Rio e, in tempi più recenti, del Mondiale vinto da Alessio Foconi senza dimenticare gli Europei di scherma paralimpica a Terni dello scorso settembre.

Fitto il programma di gare, che parte nella giornata di venerdì con fioretto femminile e le due gare di sciabola. Sabato, poi toccherà a fiorettisti e spadiste, mentre la sola spada maschile monopolizzerà la giornata di domenica 4 novembre.

Venerdi 2 novembre
Fioretto femminile –
Sciabola maschile – ore 8.30
Sciabola femminile – ore 14.00

Sabato 3 novembre
Fioretto maschile – ore 8.30
Spada femminile – ore 8.30

Domenica 4 novembre 
Spada maschile – ore 9.00

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Sciabolatrici e squadre di fioretto in ritiro per preparare la nuova stagione

 

Si avvicina a grandi passi l’esordio di una nuova stagione internazionale e in casa Italia fervono i lavori per farsi trovare pronti ai primi appuntamenti agonistici di un’annata che avrà il suo clou a partire da aprile, quando partirà il ciclo di gare con in palio i punti per la qualificazione Olimpica. Dopo il ritiro delle nazionali di spada, svoltosi a Bormio nelle scorse settimane, tocca alle nazionali di sciabola femminile e di fioretto.

A Roma, presso l’Acqua Acetosa, sono le sciabolatrici ad allenarsi in un ritiro in cui sono presenti anche le ragazze di Spagna e Messico. Sono invece ventinove i fiorettisti agli ordini di Andrea Cipressa al Centro Olimpico di Tirrenia, dove sono convenute entrambe le nazionali.

I fiorettisti saranno impegnati nel week-end del 9-11 novembre nella prima gara a Bonn, in contemporanea con le prove di sciabola femminile di Orleans e di spada femminile a Tallinn.

Sciabola femminile – Giulia Arpino, Michela Battiston, Sofia Ciaraglia, Martina Criscio, Beatrice Dalla Vecchia, Rossella Gregorio, Loreta Maria Gulotta, Lucia Lucarini, Irene Vecchi

Fioretto femminile – Elisabetta Bianchin, Claudia Borella, Olga Rachele Calissi, Chiara Cini, Erica Cipressa, Valentina De Costanzo, Martina Favaretto, Camilla Mancini, Beatrice Monaco, Francesca Palumbo, Martina Sinigalia, Serena Rossini, Elisa Vardaro, Alice Volpi

Fioretto maschile – Valerio Aspromonte, Giorgio Avola, Guillaume Bianchi, Andrea Cassarà, Davide Filippi, Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Francesco Ingargiola, Edoardo Luperi, Tommaso Marini, Lorenzo Nista, Alessandro Paroli, Matteo Claudio Resegotti, Damiano Rosatelli, Francesco Trani

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi

Marta Cammilletti seconda nella gara satellite di fioretto ad Antalya

 

Ancora un podio per Marta Cammilletti in questo avvio di stagione. Nella gara satellite di fioretto femminile disputatasi ad Antalya, l’atleta bustocca si è infatti classificata seconda, battuta solo dall’olandese Eline Rentier al termine di un percorso sin lì pressoché perfetto.

Un risultato che lascia amaro in bocca e uno strascico polemico per come è maturato, dal momento che senza preavviso alcuno la fase finale (dai quarti in poi) è stata usata come “test operativo” della nuova regola che prevede l’abolizione del bersaglio non valido.

Per la cronaca, il match si è chiuso sul 15-8 per l’olandese, mentre il podio è stato completato dalla kazaka Kristina Provodnikova e dalla croata Marcela Dajcic .

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook