Laura Flessel rassegna le dimissioni da Ministro dello sport francese

 

Laura Flessel non è più il Ministro dello Sport del governo guidato da Eduard Philippe. La due volte campionessa olimpica di spada femminile, infatti, ha rassegnato nella giornata di ieri, 4 settembre, le proprie dimissioni dall’incarico che rivestiva dallo scorso maggio.

Motivi personali alla base della decisione presa dalla Flessel che, nel comunicato tramite cui ha annunciato la propria volontà di rinunciare al Ministero spiega così le dimissioni: «È per ritornare agli impegni passati, rivolti giustamente alla solidarietà e alla cooperazione internazionale, che oggi (ieri, ndr) ho preso la decisione di proseguire il mio operato per altre vie».

Nuovo Ministro dello sport è un’altra gloria dello sport francese, ovvero la ex nuotatrice Roxana Maracineanu, campionessa del Mondo nel 1998 nei 200 dorso (diventando la prima nuotatrice francese a fregiarsi di tale titolo) e argento Olimpico due anni più tardi a Sidney nella medesima prova.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia AFP

Intervento al polso per Yannick Borel

 

Yannick Borel, che agli ultimi Mondiali di Wuxi ha centrato l’oro nella prova individuale di spada maschile, si è sottoposto nei giorni scorsi a un intervento chirurgico al polso destro che negli ultimi mesi gli aveva provocato qualche fastidio, senza però precludere al francese un finale di stagione da sogno, con il già citato titolo iridato anticipato dal terzo sigillo consecutivo a livello Europeo e dalla vittoria in Coppa del Mondo a Cali.

Ad annunciare il “tagliando”, lo stesso Borel tramite il proprio account Instagram. L’intervento, si legge nel post, è andato a buon fine e ora il vincitore della classifica finale di Coppa del Mondo osserverà un breve periodo di riposo prima della rieducazione e del rientro per affrontare il percorso di qualificazione verso le prossime Olimpiadi di Tokyo, che prenderà il via nel prossimo mese di aprile.

Plusieurs mois que je trainais une blessure au poignet droit. Une gêne qui, malgré tout, m’aura permis de vivre une fin de saison auréolée de succès ! Mais il était plus sage de passer sur le billard pour revenir encore plus fort et continuer le travail qui me permet d’être à un tel niveau de performance. L’opération s’est vraiment bien passée, place désormais à quelques semaines de repos (pour mon poignet), puis une grosse phase de rééducation 💪🏾💪🏾💪🏾 J’en profite pour vous remercier du soutien inconditionnel que vous me portez depuis si longtemps !!! 😉👏🏾 Je poursuis ma route vers l’horizon Tokyo 2020, j’aurai encore besoin de vous et de vos encouragements! #blessemaispasmort #partofthegame #toujourslesmile #stillbelieving #mercidusoutien #thanksforthesupport

Un post condiviso da Yannick BOREL (@yannickborelofficiel) in data:

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

Mondiale Wuxi 2018 – I convocati della Francia

 

Tutto confermato rispetto a Novi Sad nella Francia che affronterà il Mondiale cinese a Wuxi. Nella squadra di spada maschile dovrebbe ritrovare il suo posto Daniel Jerent, costretto causa ernia a saltare la keremesse continentale, sostituito in quel caso da Aymerik Gally.

Fioretto femminile – Anita Blaze, Astrid Guyart, Pauline Ranvier, Ysaora Thibus

Fioretto maschile – Jeremy Cadot, Enzo Lefort, Erwann Le Pechoux, Maxime Pauty

Sciabola femminile – Cecilia Berder, Manon Brunet, Charlotte Lembach, Carolina Queroli

Sciabola maschile – Vincent Anstett, Bolade Apithy, Maxence Lambert, Tom Seitz

Spada femminile – Marie Florence Candassamy, Laurence Épée, Auriana Mallo, Coraline Vitalis

Spada maschile – Yannick Borel, Alex Fava, Ronan Gustin, Daniel Jerent

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi

Campionati Europei Novi Sad 2018: i convocati della Francia

 

La Francia ha ufficializzato i nomi dei 24 tiratori in pedana dal 16 al 22 giugno prossimi ai Campionati Europei di Novi Sad.

Fioretto femminile – Anita Blaze, Astrid Guyart, Pauline Ranvier, Ysaora Thibus

Fioretto maschile – Jeremy Cadot, Enzo Lefort, Erwann Le Pechoux, Maxime Pauty

Sciabola femminile – Cecilia Berder, Manon Brunet, Charlotte Lembach, Carolina Queroli

Sciabola maschile – Vincent Anstett, Bolade Apithy, Maxence Lambert, Tom Seitz

Spada femminile – Marie Florence Candassamy, Laurence Épée, Auriana Mallo, Coraline Vitalis

Spada maschile – Yannick Borel, Alex Fava, Ronan Gustin, Daniel Jerent

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi

Sara Balzer torna in gara a Mosca dopo l’infortunio ai Mondiali

 

Non solo quelli di Sofia Velikaya e di Azza Besbes. La gara femminile del Grand Prix di sciabola a Mosca (clicca qui per le italiane in gara), segna il rientro in pedana di un’altra protagonista del circuito, ovvero la francese Sara Balzer.

La sciabolatrice transalpina si era gravemente infortunata lo scorso luglio nel corso della prova individuale dei Campionati Mondiali di Mosca mentre era impegnata nell’assalto valido per gli ottavi di finale contro Irene Vecchi, procurandosi la rottura totale del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Dieci mesi dopo quel maledetto 22 luglio, la ventiduenne di Strasburgo, è pronta a fare il proprio ritorno in gara. Sarà di scena domani, quando nella giornata dedicata alle qualificazioni, proverà a raggiungere le sue compagne già qualificate al tabellone principale in programma domenica.

«Tutto questo cominciava a mancarmi» ha confidato all’Equipe la stessa Balzer «le gare in primis, ma anche i viaggi e stare con il gruppo, anche se il contatto con le ragazze non si è mai interrotto nel periodo in cui sono stata infortunata». Nessuna particolare aspettativa sul risultato della gara, ma Sara vuole gustarsi appieno il rientro: «Voglio fare il mio ritorno con grande calma, ritrovare la pressione, ma anche le mie sensazioni e i miei riferimenti. Per gli obiettivi sportivi ci pensiamo la prossima stagione, ora sono solo felice di poter riprendere».

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie di Augusto Bizzi