Campionati Mondiali Cadetti e Giovani Verona 2018: i convocati dell’Italia

 

È stata ufficializzata la delegazione italiana che prenderà parte ai prossimi Campionati Mondiali Cadetti e Giovani di Verona 2018. Confermati tutti i protagonisti della trionfale spedizione ai Campionati Europei di Sochi, chiusa con 20 medaglie.

Rispetto alla rassegna continentale, non ci saranno le prove a squadre Cadetti e nelle prove individuali gareggeranno tre atleti. Di seguito ecco le delegazioni complete per le gare che scatteranno domenica 1 aprile per chiudersi lunedì 9 dello stesso mese.

Delegazione Cadetti/Under 17

Fioretto femminile – Martina Favaretto, Claudia Memoli, Lucia Tortelotti (Riserva: Eleonora Berno)

Fioretto maschile – Alessio Di Tommaso, Filippo Macchi, Filippo Quagliotto (Riserva: Tommaso Martini)

Sciabola femminile – Alessia Di Carlo, Vally Giovannelli, Benedetta Taricco (Riserva: Gaia Pia Carella)

Sciabola maschile – Michele Gallo, Giorgio Marciano, Lorenzo Ottaviani (Riserva: Alberto Nigri)

Spada femminile – Sara Maria Kowalczyck, Marta Lombardi, Alessia Pizzini (Riserva: Benedetta Repanati)

Spada maschile – Filippo Armaleo, Davide Di Veroli, Simone Greco (Riserva: Alessandro Gabriolo)

Delegazione Giovani/Under 20

Fioretto femminile – Martina Favaretto, Marta Ricci, Serena Rossini, Elena Tangherlini (Riserva in Italia: Arianna Pappone)

Fioretto maschile – Davide Filippi, Tommaso Marini, Matteo Claudio Resegotti, Pietro Velluti Franzì (Riserva in Italia: Federico Pistorio)

Sciabola femminile – Giulia Arpino, Beatrice Dalla Vecchia, Lucia Lucarini, Claudia Rotili (Riserva in Italia: Siria Mantegna)

Sciabola maschile – Alberto Arpino, Giacomo Mignuzzi, Raffaele Minischetti, Matteo Neri (Riserva in Italia: Matteo Cederle)

Spada femminile – Alessandra Bozza, Beatrice Cagnin, Eleonora De Marchi, Federica Isola (Riserva in Italia: Gaia Traditi)

Spada maschile – Gianpaolo Buzzacchino, Valerio Cuomo, Davide Di Veroli, Giacomo Paolini (Riserva in Italia: Giacomo Gazzaniga)

 

PROGRAMMA GARE
Domenica 1 aprile
Spada femminile | Giovani – ore 8.30
Spada maschile | Giovani – ore 10.20

Lunedi 2 aprile
Spada femminile | Cadetti – ore 8.30
Spada maschile | Cadetti – ore 10.20

Martedi 3 aprile
Spada femminile | Giovani | Squadra – ore 8.30
Spada maschile | Giovani | Squadra – ore 10.15

Mercoledi 4 aprile
Sciabola femminile | Giovani – ore 8.30
Sciabola maschile | Giovani – ore 9.45

Giovedi 5 aprile
Sciabola femminile | Cadetti – ore 8.30
Sciabola maschile | Cadetti – ore 9.45

Venerdi 6 aprile
Sciabola femminile | Giovani | Squadra – ore 8.30
Sciabola maschie | Giovani | Squadra – ore 10.30

Sabato 7 aprile
Fioretto femminile | Giovani – ore 8.30
Fioretto maschile | Giovani – ore 10.40

Domenica 8 aprile
Fioretto femminile | Cadetti – ore 8.30
Fioretto maschile | Cadetti – ore 10.40

Luendi 9 aprile
Fioretto femminile | Giovani | Squadra – ore 8.30
Fioretto maschile | Giovani | Squadra – ore 9.45

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie Bizzi

Under 20: le sciabolatrici azzurre terze nella gara a squadre di Segovia

 

Dopo il terzo posto di ieri firmato da Giulia Arpino nella prova individuale, a Segovia è arrivato un altro piazzamento sul podio per l’Italia nella tappa di Coppa del Mondo Under 20, questa volta nella gara a squadre. A comporre il quartetto azzurro, la stessa Arpino assieme a Beatrice Dalla Vecchia, Siria Mantegna e Claudia Rotili.

Nel corso del loro cammino, le azzurre hanno affrontato e battuto il Belgio agli ottavi di finale (45-27) e la Francia ai quarti (45-33) prima di venir fermate dagli Usa in semifinale. Per l’Italia è arrivato però il pronto riscatto contro la Spagna, con il 45-30 che ha suggellato il terzo posto finale. A vincere la Russia, con un netto 45-22 agli Stati Uniti.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi

Under 20: a Phoenix arriva il podio di Alberto Arpino

 

Dopo il terzo posto della sorella Giulia nella prova femminile di Segovia, nella gara individuale di sciabola maschile Under 20 disputatasi nella notte italiana a Phoenix è arrivato il terzo posto di Alberto Arpino. L’azzurro ha chiuso la sua prova in semifinale, dove è stato battuto per 15-10 dal tedesco Raoul Bonah.

Lo stesso tedesco – poi vincitore della prova dopo aver battuto nell’atto decisivo l’americano James Linder – è stato artefice anche dello stop ai quarti di Matteo Neri (15-14 il punteggio), sesto a fine gara. Si è fermato agli ottavi di finale Raffaele Minischetti, mentre Giacomo Mignuzzi e Tommaso Faccioli sono stati eliminati rispettivamente al tabellone dei 32 e a quello dei 64.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi

Nel fine settimana appuntamento a Ravenna con la prima Prova Nazionale Giovani

 

In un fine settimana privo di competizioni internazionali, occhi puntati sulla scena nazionale: Ravenna, infatti, ospita la prima Prova Nazionale Giovani sulle sei armi. Oltre 1100 atleti di età inferiore ai 20 anni sono pronti a “invadere” la città romagnola e darsi battaglia sulle 28 pedane allestite all’interno del Pala De Andrè.

Si parte venerdì 24 novembre con le prove di spada maschile e fioretto femminile, mentre sabato 25 è il turno di fiorettisti e sciabolatrici. Gran finale domenica 26 con la spada femminile e la sciabola maschile. Madrina d’eccezione dell’evento, Valentina Vezzali.

Programma

Venerdì 24 novembre

Fioretto femminile
Spada maschile

Sabato 25 novembre

Sciabola femminile
Fioretto maschile

Domenica 26 novembre

Spada femminile
Sciabola maschile

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi/Fie

Assegnati a Foggia gli Europei Cadetti e Giovani 2019

 

Il congresso della Confederazione Europea di Scherma, riunitosi ieri a Tbilisi per eleggere il direttivo – con l’Italia rappresentata da Anna Ferraro, eletta con 23 voti – ha assegnato a Foggia l’edizione 2019 dei Campionati Europei Cadetti e Giovani.

La città pugliese, sulle cui pedane si sono forgiati i talenti fra gli altri di Luigi Samele, Martina Criscio e Francesco D’Armiento, ospiterà quindi la rassegna continentale un anno dopo il Mondiale – sempre della categoria Cadetti e Giovani – organizzato da Verona per il 2018, con l’Italia che nel giro di due anni si trova ad ospitare due importantissimi eventi della scherma giovanile.

Così ha commentato il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, tramite il sito ufficiale: «Non possiamo celare la grande soddisfazione per il doppio risultato ottenuto. Innanzitutto esprimo anche l’orgoglio della scherma italiana nel poter vantare una figura come quella di Anna Ferraro come rappresentante all’interno del Comitato Esecutivo. E’ anche un’indicazione assai emblematica perché vuole essere un riconoscimento alle donne che stanno scegliendo di vivere il mondo della scherma da dirigenti. A ciò si aggiunge la scelta di Foggia quale sede dei campionati europei Cadetti e Giovani 2019. Abbiamo potuto constatare come la candidatura avesse raccolto una straordinaria unità di intenti all’interno del mondo istituzionale ed economico-sociale del territorio foggiano. Come Federazione abbiamo quindi sposato questa idea e l’Europa schermistica ha dato fiducia ancora una volta all’Italia».

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook