Call it magic

 

Tremilacentrotrentaquattro. Tanti sono gli atleti Under 14 che da oggi e fino al 2 maggio daranno vita alla colorata invasione di Riccione. Tremilacentrotrentaquattro sacche piene di sogni e di speranze, caleidoscopi di sensazioni ed emozioni. Quel groppo in gola che ti prende alla vigilia di una competizione importante, soprattutto per chi – come i più piccoli delle categoria Bambine e Maschietti – è alla sua prima volta. Il brivido che scorre lungo tutto il corpo a sentire l’Inno di Mameli. La tensione dell’appello in pedana, di quando si inizia a giocare sul serio.

Le lacrime di chi ha perso, il sorriso di chi ha vinto, l’orgoglio di chi, a prescindere dal verdetto della pedana, sa di aver dato tutto, gli abbracci a fine assalto, le amicizie che piantano qui i primi semi per rinsaldarsi sfida dopo sfida, assalto dopo assalto, categoria dopo categoria, dentro e fuori la scherma; e, ancora, gli occhi lucidi ed emozionati dei genitori che osservano e tifano chi a bordo pedana, chi sugli spalti, fotografando e filmando o incitando il proprio piccolo atleta fino a perdere la voce, e terminare la gara più stanchi di chi ha tirato in pedana.

Ricordi e sensazioni indelebili, che resteranno impresse per sempre nella memoria dei protagonisti. Che dopo essere diventati uomini e donne, campioni e campionesse, tornano sempre sul luogo del delitto, per salutare i piccoli atleti (in alcuni casi accompagnandoli alle gare e seguendoli personalmente a bordo pedana) e per rivivere con un pizzico di nostalgia l’atmosfera magicamente unica delle gare GPG.  Come ci ha raccontato Rossella Fiamingo, tornando indietro a quando era una delle tante piccole promesse della spada azzurra che non vedeva l’ora di partire per Riccione. Lei che guardava con occhi sgranati le grandi Campionesse come Valentina Vezzali e Giovanna Trillini, idole da imitare e di cui seguirne la strada, oggi si trova lei stessa idolo ed esempio da seguire per tanti piccoli atleti, che le chiedono consigli, trucchi o fanno la fila per una foto e un autografo su guanti o divise, da esibire con orgoglio ad amichette ed amichetti una volta tornati in sala.

Sfogliando l’albo d’oro della manifestazione, si trovano tanti nomi di chi, allora bambino o bambina, stava mettendo i primi mattoncini di una carriera che sarebbe poi stata ricca di successi: Enrico Garozzo, Arianna Errigo, Bianca Del Carretto, Andrea Cassarà, Andrea Baldini; e, ancora, Elisa Di Francisca, Ilaria Salvatori, Francesca Quondamcarlo, Aldo Montano, solo per fare alcuni esempi. E oggi, a 54 anni – e centinaia di migliaia di storie raccontate – dalla prima volta, la magia sta per rinnovarsi.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Andrea Trifiletti per Federscherma

Riccione, i risultati della quarta giornata di gare

 

 

Con l’assegnazione del titolo femminile categoria Ragazze, ha preso ieri il via il programma delle gare di spada al GPG “Renzo Nostini” 2016, in corso di svolgimento a Riccione. La prima a iscrivere il suo nome nell’albo d’oro dell’arma anti-convenzionale, è stata la portacolori della Pro Novara Scherma Gaia Rossi, campionessa Italiana di categoria.

Nel frattempo si è esaurito il programma di gare della sciabola, con la prova Allieve: ad aggiudicarsi il titolo nazionale è stata Martina Cotoloni del Lazio Scherma Ariccia, mentre nelle altre due prove in programma (fioretto maschile Allievi e fioretto maschile Ragazzi), a festeggiare sono stati rispettivamente Damiano Di Veroli (Giulio Verne Roma) e Francesco Vannucci (CS Aretino). Per il fiorettista romano si tratta di un bis a GPG nazionale ,dato che aveva già vinto due anni fa nella categoria Maschietti.

Classifiche

Fioretto maschile Ragazzi – 1. Damiano Di Veroli (G.Verne Roma), 2. Andrea Guidotti (Club Scherma Lucca TBB), 3. Edoardo Pisaneschi (Club Scherma Agliana), 3. Ludovico Francia (Club Scherma Roma), 5. Enrico Purpura (Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo), 6. Gabriel Giardinelli (Club Scherma Siracusa), 7. Gregorio Palmerini (Circolo Scherma Firenze R.Raggetti), 8. Stefano Satta (Circolo Scherma Savona)

Fioretto maschile Allievi – 1. Francesco Vannucci (Cs Aretino), 2. Tommaso Martini (Club Scherma Agliana), 3. Paul Antoine De Belval (Circolo Schermistico Cuneo), 3. Matteo Panazzolo (Comini Padova), 5. Giuseppe Antonio Coricelli (Accademia Scherma Spoleto), 6. Pietro Alberto Formichini Bigi (Circolo Scherma Firenze R.Raggetti), 7. Elia Sardelli (Fides Livorno), 8. Alessandro Cavallari (Acc.Sch. La Maschera di Ferro).

Sciabola femminile Allieve – 1. Martina Cotoloni (Lazio Scherma Ariccia), 2. Benedetta Fusetti (Petrarca Scherma M°Ryszard Zub Padoa), 3. Mariachiara Dotoli (Cn Posillipo), 3. Carolyn Frenna (Discobolo Sciacca), 5. Marta Zucchelli (Club Scherma Torino), 6. Federica Guzzi Susini (Club Scherma Torino), 7. Gaia Pia Carella (Club Scherma San Severo), 8. Angelica Cardi (Fides Livorno

Spada femminile Ragazze – 1. Gaia Rossi (Pro Novara), 2. Alice Boggione (Acc. Marchesa Torino), 3. Carola Maccagno (Pol. Del Finale), 3. Elena Maria Pennisi (Catania Scherma), 5. Lavinia Berardelli (Fiamme Oro Roma), 6. Matilde Cassina (Ss Malaspina Massa), 7. Lavinia Tedesco (Gs P. Giannone Caserta), 8. Agnese Corsinovi (Circolo Scherma Savona)

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Trefiletti per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Riccione, i risultati della terza giornata

 

In attesa del debutto delle gare di spada – che esordiranno oggi – ancora fioretto e sciabola hanno contraddistinto la terza giornata di gare del Campionato Italiano Under 14 in corso di svolgimento a Riccione.

Tutte al femminile le gare di fioretto, che hanno messo in palio i titoli delle categorie Bambine e Ragazze. Nella prima gara, la vittoria è andata a Ginevra Manfredini, che regala al Fides Livorno il quarto titolo di questa edizione del Nostini. Nella gara Ragazze, invece, è stata la veronese Tecla Merci della Fondazione Marcantonio Bentegodi a laurearsi campionessa italiana, battendo in finale Carlotta Ferrari della Comense, che nelle due edizioni precedenti del Nostini aveva vinto tanto la gara Bambine quanto quella Giovanissime l’anno successivo.

Due gare maschili, invece, per la sciabola: fra i ragazzi, vince Emanuele Nardella del Club Scherma San Severo. Nella categoria Allievi, si rinnova la tradizione napoletana nell’arma, grazie al trionfo finale di Giorgio Marciano (Posillipo Napoli).

Classifiche

Fioretto femminile Bambine – 1. Ginevra Manfredini (C.S. Fides Livorno), 2. Alice De Belardnini (A.S.D. Frascati Scherma) 3. Chiara Magni (Circo. della Scherma Terni), 3. Giulia Carlotti (C.S. Pesaro), 5. Elena Varisco (Comense Scherma S.S.D.), 6.Stella Paganin (D.L.F. Venezia), 7. Andrea Bianca Dinca (Mazara Scherma), 8. Giada Romagnoli (Montign. Marzoc. Senigallia)

Fioretto femminile Ragazze – 1. Tecla Merci (Fond. Marcantonio Bentegodi), 2. Carlotta Ferrari (Comense Scherma), 3. Eleonora Candeago (Scherma Mogliano), 3. Alice Gambitta (C.S. Ancona) 5. Margherita Lorenzi (Petrarca Scherma Padova M° Ryszard Zub), 6. Ludovica Mancini (C.S. Roma), 7. Viola Fioriti (Fiamme Oro), 8. Irene De Biasio (Comense Scherma)

Sciabola maschile Ragazzi – 1. Emanuele Nardella (Club Scherma San Severo) 2. Leonardo Tocci (A.S.D. Frascati Scherma) 3. Alessandro Conversi (C.S. Roma), 3. Francesco Daniele Mascolo (A.D. Scherma Trani) 5. Valerio Pisciarelli (A.S.D. Frascati Scherma), 6. Claudio Guardalà (Mazara Scherma), 7. Gerardo Alfano (C.S. Scherma Fisciano), 8.Marco Mastrullo (C.S. Dauno Foggia).

Sciabola maschile Allievi – 1. Giorgio Marciano (C.N. Posillipo Napoli), 2. Edoardo Bertocchini (C.S. Fides Livorno), 3. Christian Colautti (Gemina Scherma), 3. Gianluca Cecchinato (Petrarca Scherma Padova M° Ryszard Zub), 5.Pietro Torre (C.S. Fides Livorno), 6. Ciro Buenza (C.S. San Severo), 7. Andrea Garofalo (A.S. Oreste Puliti Lucca), 8. Lorenzo Ottaviani (A.S.D. Frascati Scherma).

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Trefiletti per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video