Spada maschile: il ranking dopo la gara di Legnano, comanda Paolo Pizzo

 

Il fine settimana di Legnano, pur non avendo riservato gioie individuali all’Italia, proietta però Paolo Pizzo in testa al ranking mondiale individuale di spada maschile. L’aviere siciliano, quinto sabato, comanda davanti a Park Kyungdoo e Yannick Borel, mentre Marco Fichera chiude la top 5 preceduto da Nikolai Novosjolov.

Nei 16 anche enrico Garozzo, che occupa propio l’ultima casella utile per entrare nel novero degli esentati dalla fase a gironi del venerdì.

1 174 PIZZO Paolo
2 161 PARK Kyoungdoo
3 158 BOREL Yannick
4 158 NOVOSJOLOV Nikolai
5 139 FICHERA Marco
6 124 KWEON Youngjun
7 124 JERENT Daniel
8 119 JUNG Jinsun
9 112 NIKISHIN Bogdan
10 112 LIMARDO GASCON Ruben
11 110 REDLI Andras
12 101 KURBANOV Ruslan
13 97 HEINZER Max
14 88 PARK Sangyoung
15 88 KANO Koki
16 86 GAROZZO Enrico

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi/Fie

Spada femminile: il ranking dopo Suzhou

 

Poco da segnalare nel ranking mondiale individuale dopo la gara cinese. In vetta sempre la estone Julia Beljaejeva, mentre dietro di lei il sorpasso di Emese Szasz ai danni di Ewa Nelip. Sale di posizione anche Sun Yiwen, vittoriosa nella prova individuale di sabato, mentre chiude la top 5 Violetta Kolobova.

Rossella Fiamingo resta stabile alla posizione numero 12 ed è l’unica azzurra al momento presente fra le top 16 della classifica.

1 176 BELJAJEVA Julia
2 164 SZASZ-KOVACS Emese
3 162 NELIP Ewa
4 142 SUN Yiwen
5 142 KOLOBOVA Violetta
6 138 GUDKOVA Tatiana
7 123 KONG Man Wai Vivian
8 117 NDOLO Alexandra
9 113 LOGUNOVA Tatiana
10 109 KRYVYTSKA Olena
11 108 BESBES Sarra
12 108 FIAMINGO Rossella
13 106 CHOI Injeong
14 103 MOELLHAUSEN Nathalie
15 102 KANG Young Mi
16 96 HURLEY Kelley

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie Augusto Bizzi 

Spada femminile, il ranking individuale dopo Tallinn

 

La gara di Tallin ha portato a qualche cambiamento nelle prime posizioni al vertice nella spada femminile. Il terzo posto di sabato ha proiettato la estone Julia Beljajeva in testa alla classifica davanti alla polacca Ewa Nelip e alla campionesse Olimpica di Rio 2016, Emese Szasz. A chiudere la top 5 la ex leader Violetta Kolobova e la sua connazionale, nonché campionessa del Mondo in carica, Tatiana Gudkova.

In casa italia, guadagna tre caselle Rossella Fiamingo, che risale dalla quindicesima alla dodicesima posizione, mentre rimane fuori dalle prime 16 Mara Navarria, a cui non basta il pieno di punti arrivato con la vittoria di sabato.

 

1 168 BELJAJEVA Julia
2 164 NELIP Ewa
3 162 SZASZ- KOVACS Emese
4 153 KOLOBOVA Violetta
5 132 GUDKOVA Tatiana
6 129 LOGUNOVA Tatiana
7 119 SUN Yiwen
8 115 KONG Man Wai Vivian
9 114 NDOLO Alexandra
10 113 BESBES Sarra
11 112 KRYVYTSKA Olena
12 108 FIAMINGO Rossella
13 108 CHOI Injeong
14 106 BEZHURA Dzhoan Feybi
15 104 KANG Young Mi
16 102 SHIN A Lam

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Fioretto femminile: i ranking dopo Cancun

 

Pochi i cambiamenti dopo la tappa di Cancun, prima gara di Coppa del Mondo 2017/2018. In vetta continua a esserci Inna Deriglazova, mentre al secondo posto sorpasso di Lee Kiefer – vincitrice della prova individuale – ai danni di Arianna Errigo.  Chiudono la top 5 Alice Volpi e Ysaora Thibus.

Fra le altre azzurre, rimane stabile al settimo posto Martina Batini – che ha confermato il terzo posto dell’anno scorso – mentre scende in quindicesima posizione Camilla Mancini. Tutte e quattro le azzurre, comunque, saranno esentate dalla fase di qualificazione nella prossima tappa, che si svolgerà a St Maur in Francia dal 3 al 5 novembre prossimi.

1 254 DERIGLAZOVA Inna
2 248 KIEFER Lee
3 224 ERRIGO Arianna
4 213 VOLPI Alice
5 185 THIBUS Ysaora
6 156 ROSS Nicole
7 146 BATINI Martina
8 123 NAM Hyunhee
9 107 TRIPAPINA Svetlana
10 100 RANVIER Pauline
11 98 HARVEY Eleanor
12 96 BOUBAKRI Ines
13 93 GUYART Astrid
14 89 JEON Hee Sook
15 89 MANCINI Camilla
16 86 MARTYANOVA Marta

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi/Fie