Stadio Collana, la storia del Club Schermistico Partenopeo finisce negli scatoloni

 

Una struttura in decadenza, un’interminabile querelle sulla gestione dell’impianto (finito nelle mani di privati e della società Giano con alle spalle, fra gli altri, gli ex calciatori Ciro Ferrara e Fabio Cannavaro) e, a farne le spese, soltanto Napoli e lo sport. Il circolo schermistico partenopeo perde quindi la sua storica casa allo Stadio Collana e con essa finiscono negli scatoloni da traslochi premi, attestati e testimonianze di una storia lunga e gloriosa sulle pedane di tutto il Mondo.

Una situazione di desolazione, documentata da Sandro Cuomo in un lungo e amaro post affidato ai propri social, con tanto di fotografia dei trofei e di tutto il materiale pronto per essere messo sui camion e portati in un magazzino in attesa di una migliore destinazione. Questo lo sfogo del ct della spada azzurra che al Collana ha mosso i primi passi in pedana e da lì ha spiccato il volo verso le medaglie Olimpiche e Mondiali.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

 

Confermati i Ct di fioretto, sciabola e spada

 

Il Consiglio Federale riunitosi ieri a Roma ha decretato all’unanimità la riconferma di tutti e tre i ct della Nazionale alla guida delle rispettive armi. Andrea Cipressa, Giovanni Sirovich e Sandro Cuomo, quindi, saranno ancora alla guida rispettivamente di fioretto, sciabola e spada.

Fra gli altri punti discussi nel corso della riunione, anche la composizione numerica delle delegazioni italiane che prenderanno parte alle prossime Universiadi e ai prossimi Campionati Mondiali Cadetti e Giovani di Plovidiv. Per il quadro completo di quanto emerso nella giornata di ieri ——> QUI (fonte: federscherma.it)

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Trefiletti/Bizzi

Sandro Cuomo: «Un Mondiale da incorniciare»

 

Sette medaglie in sei gare, con la bellezza di quattro ori. I Mondiali Cadetti e Giovani di Bourges non potevano avere sapore più dolce per la spada azzurra e per il suo condottiero, Sandro Cuomo. Il quale ha voluto commentare e ringraziare chi ha reso possibile tutto ciò con un lungo post sul suo profilo Facebook.

Lo riportiamo integralmente qui sotto.

«Un mondiale da incorniciare…

Sapevo che c’erano le possibilità di fare bene in tutte le gare, ma non osavo sperare tanto.

Il mondiale di Bourges rimarrà per la spada un traguardo (spero di sbagliarmi) ineguagliabile: in sei gare 7 medaglie vinte, quattro ori, due argenti ed un bronzo!Mai successo nella storia…

Con Boss e Guido ci chiedevamo ogni sera se era tutto vero…

Mi domando se ciò può essere frutto delle iniziative dedicate ai giovani messe in campo da qualche anno a questa parte, come i CAF, i CAD, il TARG, l’attenzione che abbiamo posto all’attività internazionale Cadetti nel circuito Europeo, la definizione di un circuito di gare obiettivo, non lo so, e non lo saprò mai, ma di sicuro il salto di qualità c’è stato, pertanto quantomeno c’è la certezza che tutte queste iniziative non siano state invalidanti…

I protagonisti in passerella sono Daniel, Giampaolo, Alessandra, Beatrice, Valerio, Alice, Federico, Gabriele e Davide, ma dietro le quinte tanto lavoro e tante persone, in prima linea i loro tecnici, poi i tecnici di staff, il preparatore fisico Edoardo Kirschner, i referenti territoriali CAF, i tecnici delle armi, lo staff medico e la segreteria federale, una “macchina da guerra” che ha funzionato alla perfezione.

Ringrazio tutti per questo meraviglioso evento e per le soddisfazioni che ci avete regalato, senza dimenticare chi torna a casa a mani vuote per questa volta, ma con la consapevolezza di far parte di un gruppo vincente e che la prossima volta toccherà a loro…

Significativo il “motto” dei ragazzi a squadre, rappresentativo dello spirito giusto per raggiungere i risultati più grandi e che dovrebbe essere un monito per tutti i giovani di questa età: partecipare con leggerezza e determinazione, due ingredienti che fanno la differenza…
Bravi tutti!»

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma

jizzrain.com/vd/2353-video