Alessio Sarri eletto nella commissione atleti IWAS Wheelchair Fencing

 

Alessio Sarri è stato eletto in seno alla commissione atleti dell’IWAS Wheelchair Fencingi, il massimo organismo mondiale in tema di scherma paralimpica. L’azzurro, che è stato campione del Mondo nel 2013 a Budapest nella sciabola Categoria B e medaglia di bronzo (sempre nella sciabola) alle Paralimpiadi di Londra2012, sarà quindi portavoce delle istanze degli atleti presso il Comitato Paralimpico Internazionale sulla strada che porta a Tokyo 2020.

Assieme a lui, nella commissione presieduta dalla portacolori di Hong Kong, Yu Chui Yee sono stati eletti anche la britannica Gemma Collins-Mccann, l’ungherese Eva Andrea Hajmasi, la russa Ksenia Ovsyannikova e lo statunitense Gerard Moreno.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

Prima Prova scherma paralimpica, i risultati di Erba

 

Nella giornata di domenica 8 ottobre si sono svolte, in concomitanza alla gara di spada femminile valida come prima Prova Nazionale (vinta da Francesca Boscarelli su Roberta Marzani), anche le prove di scherma Paralimpica con anch’esse in palio i posti per gli Assoluti di Milano 2018.

Di seguite le classifiche:

Fioretto femminile Cat. A – 1. Loredana Trigilia (Fiamme oro), 2. Andreea Ionela Mogos (Fiamme Oro), 3. Letizia Baria (Chiti Pistoia)

Fioretto femminile Cat. B – 1. Beatrice Vio (Fiamme Oro Roma)

Fioretto femminile Cat. C – 1. Consuelo Nora (Lame Rotanti Torino), 2. Annamaria Soldera (Petrarca Scherma), 3. Monia Bolognini (Zinella Scherma), 3. Asia Elia (Fiamme Oro)

Fioretto maschile Cat. A – 1. Emanuele Lambertini (Fiamme oro), 2. Matteo Dei Rossi (Scherma Treviso), 3. Oliver Lam Watson (Gbr), 3. Marco Negroni (Frascati Scherma), 5. Denis Masiero (Petrarca Scherma)

Fioretto maschile Cat. B – 1. Gabriele Leopizzi (CDS Mangiarotti), 2. Gianmarco Paolucci (Fiamme Oro), 3. Cristian Ceracchi (Frascati Scherma), 3. Fusconi Stefano (Zinella Scherma)

Fioretto maschile Cat. C – 1. Martino Seravalli (Fiamme Oro), 2. Leonardo Rigo (Zinella Scherma), 3. Fabio Panozzo (Petrarca Scherma), 3. Gianfranco Bompane (Zinella Scherma), 5. Andrea Sacco (Petrarca Scherma), 6. Gianfranco Di Prima (Comense Scherma), 7. Maurizio Savazzi (Comense Scherma)

Sciabola femminile Cat. A – 1. Loredana Trigilia (Fiamme oro), 2. Andreea Ionela Mogos (Fiamme Oro), 3. Sofia Brunati (Scherma Lecco), 3. Liliana Tolu (Sporting Center Prato)

Sciabola femminile Cat. B – 1. Rossana Pasquino (Club Schermistico Partenopeo), 2. Rossella Cappotto (Petrarca Scherma), 3. Matilde Spreafico (Scherma Lecco)

Sciabola maschile Cat. A – 1. Denis Masiero (Petrarca Scherma)

Sciabola maschile Cat. B – 1. Alessio Sarri (Fiamme Oro), 2. Gianmarco Paolucci (Fiamme Oro)

Spada femminile Cat. A – 1. Letizia Baria (Chiti Pistoia), 2. Sofia Brunati (Scherma Lecco), 3. Liliana Tolu (Sporting Center Prato)

Spada femminile Cat. B – 1. Rossana Pasquino (Club Schermistico Partenopeo), 2. Matilde Spreafico (Scherma Lecco), 3. Valeria Pappalardo (Circolo Scherma Navacchio)

Spada femminile Cat. C – 1. Consuelo Nora (Lame Rotanti Torino), 2. Allegra Magenta (Accademia Scherma Groane), 3. Alessandra Bochicchio (Accademia Scherma Groane), 3. Monia Bolognini (Zinella Scherma), 5. Annamaria Soldera (Petrarca Scherma), 6. Elena Valsecchi (Scherma Lecco)

Spada maschile Cat. A – 1. Emanuele Lambertini (Fiamme oro), 2. Matteo Dei Rossi (Scherma Treviso), 3. Oliver Lam Watson (Gbr), 3. Giovanni Di Stefano (Accademia Scherma Groane), 5. Franco Dolci (Polisportiva Scherma Bergamo), 5. Marco Negroni (Frascati Scherma), 7. Graziano Magro (CDS M° Lodetti Milano)

Spada maschile Cat. B – Alessio Sarri (Fiamme Oro), 2. Davide Carlo Carloni (Accademia Scherma Groane), 3. Fabio Maria Farina (Accademia Scherma Groane), 3. Gianluca Gibbi (Accademia Scherma Groane), 5. Michele Vaglini (Club Scherma Pisa), 6. Jens Brase (Accademia Scherma Groane), 7. Roberto Volpi (Polisportiva Scherma Bergamo), 8. Cristian Ceracchi (Frascati Scherma), 9. Stefano Fusconi (Zinella Scherma), 10. Ivan Marco Lombardi (CDS M° Lodetti Milano), 11. 1. Gabriele Leopizzi (CDS Mangiarotti)

Spada maschile Cat. C – 1. Martino Seravalli (Fiamme Oro), 2. Giuseppe Carmina (Club Scherma La Farnesiana), 3. Stefano Orsi (Accademia Scherma Groane), 3. Simone Innocenti (Chiti Pistoia), 5. Nicolò Riccardi (Accademia Scherma Groane), 6. Simone Rabitti (Club Scherma Koala), 7. Maurizio Savazzi (Comense Scherma), 8. Gianfranco Di Prima (Comense Scherma), 9. Francesco Manzoni (Polisportiva Scherma Bergamo), 10. Davide Battaglia (Club Scherma Pisa), 11. Gianfranco Bompane (Zinella Scherma), 12. Michele Venturi (Circolo Scherma Navacchio), 13. Claudio Bocchi (Zinella Scherma), 14. Pietro Cogorini (Scherma Lecco)

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Trifiletti/Bizzi

A Erba la prima Prova Nazionale di scherma paralimpica

 

La caccia ai pass per gli Assoluti di Milano ma anche un’importante occasione di test per chi, fra un mese esatto, sarà protagonista a Roma dei Campionati del Mondo: è quindi di cruciale importanza l’appuntamento di domenica 8 ottobre per gli atleti della scherma paralimpica impegnati nella prima Prova Nazionale di qualificazione per la lotta al titolo tricolore.

Le gare sono in programma presso gli spazi di Lario Fiere e si svolgeranno in concomitanza con la gara femminile di spada valida come prima Prova Nazionale Open.

Programma

09.00 – Fioretto, Spada femminile Cat. C
11.00 – Spada maschile Cat. B, Spada maschile Cat. C
12.30 – Spada maschile Cat. A, Spada femminile Cat. A, Spada femminile Cat. B
15.00 – Sciabola

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

Altro riconoscimento per Bebe: a lei il premio per il miglior debutto alle Paralimpiadi di Rio

 

C’è ancora una coda felice nel magico 2016 di Beatrice Vio: la fuoriclasse di Mogliano Veneto, infatti,  è stata insignita ieri del prestigioso premio conferito dal Comitato Paralimpico Internazionale – International Paralympic Awards – per il miglior debutto (al femminile) in un’edizione dei Giochi Paralimpici. La cerimonia di premiazione si è svolta ad Abu Dhabi.

A Rio De Janeiro, ricordiamo, la schermitrice azzurra è stata assolutamente mattatrice nel fioretto femminile, dapprima vincendo la prova individuale, quindi prendendosi assieme ad Andreea Mogos e Loredana Trigilia la medaglia di bronzo nella prova a squadre.

«Spero che questo premio possa stimolare tanti altri bambini, ragazzi e ragazze che, come me, si sono trovati una giornata a dover ricominciare da zero. Lo sport può aiutarti a riprendere in mano la tua vita e farti capire, nonostante tutto, quanto sia bella», ha poi commentato la stessa Bebe alla “Gazzetta dello Sport”: Beatrice Vio è la seconda italiana ad aggiudicarsi questo prestigosio premio – per il quale erano in lizza anche la nuotatrice olandese Lisette Bruinsma e la britannica Kadeena Kox, che si sdoppia fra atletica e ciclismo – dopo Alex Zanardi nel 2012.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Ci sarà anche la sciabola femminile alle Paralimpiadi di Tokyo 2020

 

Dopo l’approvazione del programma completo per la scherma Olimpica a Tokyo 2020 conseguente all’abolizione delle rotazione delle armi, anche la scherma in carrozzina arrivano due medaglie in più a partire dalla Paralimpiade giapponese.

L’IPC, infatti, ha annunciato ieri il programma completo degli eventi che assegnano medaglie e fra questi ci sono anche le gare individuali di sciabola femminile categoria A e B, con le sciabolatrici che faranno così il loro assoluto debutto nella massima rassegna. In totale, quindi, saranno 16 gli eventi che assegnano medaglie alle Paralimpiadi: per la sciabola, tanto al femminile quanto al maschile, non è prevista la prova a squadre, presente invece nella spada e nel fioretto.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi 

Scherma paralimpica: l’Italia centra sette medaglie ai Mondiali Under 23

 

In coda al fine settimana di Coppa del Mondo di scherma paralimpica, Varsavia è stata teatro delle sfide iridate valide per le Categorie Under 17 e Under 23. Malgrado non sia arrivata alcuna medaglia d’oro, l’Italia torna a casa dalla rassegna polacca con un complessivo di sette medaglie, due argenti e cinque bronzi.

Nella prova di spada femminile Categoria A valida per il titolo Under 17, le medaglie portano la firma di Sofia Brunati e Matilde Spreafico, entrambe fermatesi in semifinale, battute rispettivamente dalla russa Evdokimova e dalla turca Van Achterberg. Sempre fra le Under 17, bronzo per Alice Pigato nella prova di fioretto femminile Cat. A.

Tutte al maschile le medaglie arrivate nelle categorie Under 23: il merito è di Emanuele Lambertini e Matteo Dei Rossi, che tanto nella gara di fioretto quanto in quella di spada (entrambe categoria A) hanno conquistato rispettivamente la medaglia d’argento e quella di bronzo.