Tommaso Martini e Lucrezia Dal Sal vittoriosi nella seconda giornata di gare a Foggia

 

Si è chiusa con le gare di fioretto maschile e sciabola femminile la due giorni di Foggia valida come prima Prova Nazionale Cadetti dedicata alle due armi convenzionali. La prima giornata di gare aveva visto la vittoria di Matilde Calvanese nel fioretto femminile ed Emanuele Nardella nella sciabola maschile.

Nel fioretto maschile a vincere è stato Tommaso Martini: decisivo per il successo, il 15-11 contro il padovano Matteo Panazzolo. A completare il podio, il livornese Giulio Lombardi e Damiano Di Veroli, che dopo essere stato protagonista settimana scorsa a Legnano nella prova di spada, conferma la sua vocazione biarma (marchio di fabbrica di famiglia) confermandosi sul podio anche nel fioretto.

Fra le sciabolatrici, si è imposta invece la friulana Lucrezia Dal Sal. La portacolori della Gemina Scherma, ha battuto in finale con il punteggio di 15-7 la napoletana Elisa Petrone. Terzo gradino del podio, invece, per Federica Guzzi Susini e per l’altra portacolori del Champ Napoli Gaia Pia Carella, entrambe fermatesi in semifinale, la prima battuta al fotofinish dalla Dal Sal, la seconda peer 15-10 nel derby tutto partenopeo con la Petrone.

Classifiche

Fioretto maschile – 1. Tommaso Martini (Club Scherma Agliana), 2. Matteo Panazzolo (Comini Padova), 3. Damiano Di Veroli (Giulio Verne Scherma), 3. Giulio Lombardi (Fides Livorno), 5. GIuseppe Franzoni (Club Scherma Roma), 6. Raian Adoul (Club Scherma Ancona), 7. Jacopo Bonato (Scherma Treviso), 8. Francesco Giovanni Fiore (Club Scherma Bari)

Sciabola femminile – 1. Lucrezia Del Sal (Gemina Scherma), 2. Elisa Petrone (Champ Napoli), 3. Federica Guzzi Susini (Club Scherma Torino), 3. Gaia Pia Carella (Champ Napoli), 5. Amelia Giovannelli (Frascati Scherma), 6. MariaChiara Dotoli (Milleculure Napoli), 7. Michela Landi (Club Scherma Napoli), 8. Alessia Piccoli (Lazio Scherma Ariccia)

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Foggia ospita la prima Prova Nazionale Cadetti di fioretto e sciabola

 

Quasi 600 atleti Under 17 si sfideranno nelle giornate di sabato e domenica sulle pedane allestite all’interno del Palazzetto dello Sport di Foggia per la prima Prova Nazionale Cadetti di fioretto e sciabola, gara che mette in palio i primi posti per i Campionati Italiani di Categoria previsti a Lecce il prossimo maggio.

Si parte sabato con le gare di fioretto femminile (via alle 9, 137 atlete iscritte) e sciabola maschile (via alle 12, 137 gli iscritti), mentre nella giornata di domenica si disputeranno le gare di fioretto maschile e sciabola femminile, che vede la partecipazione rispettivamente di 208 e 103 atleti, con il via ufficiale alle competizioni fissato alle 9 e alle 13.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi

 

Circuito Europeo Cadetti: brilla l’Italia, vincono Carlotta Ferrari e le sciabolatrici

A Samorin la Ferrari vince la prova di fioretto femminile. A Londra successo delle sciabolatrici nella prova a squadre. Continue reading

Cadetti: Italia sugli scudi nel week-end di sciabola a Godollo

Pietro Torre si impone nella prova individuale maschile, con la squadra seconda. Fra le ragazze, terza Federica Guzzi Susini. Continue reading

Pusztai ancora regina della sciabola Cadetti, Taricco ai piedi del podio

Battuta in finale la Botello, bis iridato fra le Under 17 per la magiara. L’azzurra si ferma ai quarti. Continue reading

Sochi: quarto posto per le sciabolatrici nella prova a squadre

 

Un quarto posto amaro. Così si chiude la prova a squadre di sciabola femminile Cadetti per le azzurre. Il quartetto composto da Gaia Pia Carella, Alessia Di Carlo, Vally Giovannelli, e Benedetta Taricco, infatti, è rimasto giù dal podio dopo la sconfitta per 45-36 contro la Turchia della campionessa Euroea Deniz Unuludag.

In precedenza le azzurre avevano avuto la meglio ai quarti di finale sulla Bulgaria, a cui non è bastata una scatenata Yoana Ilieva – che ha messo a segno 26 delle 44 stoccate bulgare e che si era fatta pericolosamente sotto alla nostra Benedetta Taricco fino a rimettere tutto in discussione sul 44-44 – per avere meglio delle azzurre. Che nel turno successivo hanno subito la beffarda sconfitta con il medesimo punteggio contro l’Ungheria, con la bella rimonta della stessa Taricco vanificata sul più bello dalla Pusztai.

A vincere le russe, che in una drammatica finale hanno battuto 45-42 proprio l’Ungheria al termine di una grande rimonta guidata da Daria Drozd, capace di ribaltare con il 15-4 ai danni della Zsucs una situazione che si era fatta difficile per lei e le compagne.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie di Bizzi/Fie

Alla turca Unuludag la sciabola femminile, Taricco ai piedi del podio

Si ferma ai quarti di finale la migliore delle azzurre. Solo bronzo per la favorita Pusztai. Continue reading