Terni 2018: Marta Nocent sfiora la medaglia nella sciabola B, vince Fedota

Marta Nocent è stata la migliore delle azzurre nella prova di sciabola femminile Categoria B, gara che ha aperto ufficialmente i Campionati Europei di scherma paralimpica di Terni. L’atleta padovana ha chiuso all’ottavo posto dopo essere stata fermata ai quarti di finale dalla campionessa del Mondo di Roma 2017, la georgiana Irma Khetsuriani, che si è imposta per 15-8

Nel corso della sua gara, la Nocent ha eliminato agli ottavi di finale Rossana Pasquino (15-5), mentre la terza atleta azzurra in gara oggi, Matilde Spreafico, ha chiuso in sedicesima posizione chiudendo la sua gara già al termine della fase a gironi.

A vincere è stata l’ucraina Olena Fedota, che in finale si è nettamente imposta proprio sull’ungherese Boglarka Mezo, mentre si sono fermate in semifinale l’altra ucraina Nadiia Doloh e la stessa Kethsuriani.

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

 

Ci sarà anche la sciabola femminile alle Paralimpiadi di Tokyo 2020

 

Dopo l’approvazione del programma completo per la scherma Olimpica a Tokyo 2020 conseguente all’abolizione delle rotazione delle armi, anche la scherma in carrozzina arrivano due medaglie in più a partire dalla Paralimpiade giapponese.

L’IPC, infatti, ha annunciato ieri il programma completo degli eventi che assegnano medaglie e fra questi ci sono anche le gare individuali di sciabola femminile categoria A e B, con le sciabolatrici che faranno così il loro assoluto debutto nella massima rassegna. In totale, quindi, saranno 16 gli eventi che assegnano medaglie alle Paralimpiadi: per la sciabola, tanto al femminile quanto al maschile, non è prevista la prova a squadre, presente invece nella spada e nel fioretto.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi