Coppa Italia: Battiston e Isola si impongono a Caorle

 

È scattata con le prove di sciabola femminile e spada femminile la tre giorni di gare dedicata alla Coppa Italia sulle pedane di Caorle.

Fra le sciabolatrici a vincere è stata Michela Battiston, con la friulana che ha regolato nell’atto conclusivo Francesca Ponti per 15-7. Stesso punteggio con cui l’atleta della Gemina Scherma, argento a squadre ai recenti Mondiali Under 20 di Plovdiv, ha fermato in semifinale la corsa di Greta Cecere. Terza piazza anche per Arianna Sakellariou.

Vittoria per Federica Isola, invece, nella spada femminile: la giovane azzurra ha piegato all’ultima stoccata Ludovica Busato, dopo aver fermato nel match precedente Camilla Messina per 15-8. Si ferma in semifinale anche la corsa di Sara Maria Kowalczyk, che chiude così al terzo posto.

Domani seconda giornata di gare, con le gare maschili di spada e sciabola.

Classifiche

Sciabola femminile – 1. Michela Battiston (Gemina Scherma), 2. Francesca Ponti (Sef Virtus Bologna), 3. Greta Cecere (Circ.Schermistico Mazarese), 3. Arianna Sakellariou (Club Scherma Roma), 5. Beatrice Dalla Vecchia (Officina della Scherma), 6. Siria Mantegna (Il Discobolo), 7. Ludovica Ferrari (Circolo della Scherma Imola), 8. Claudia Rotili (Cn Posillipo Napoli)

Spada femminile – 1. Federica Isola (Aeronautica Militare), 2. Ludovica Busato (Fiamme Oro), 3. Camilla Messina (Scherma Pro Vercelli), 3. Sara Maria Kowalczyk (P.Giannone Caserta) 5. Giordana Gallina (Methodos Catania), 6. Gloria Tocchi (Fiamme Azzurre), 7. Chiara Cimini (Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo), 8. Laura Rubbuano (Pol. Scherma Bergamo)

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi/Fie

Numeri e statistiche: sono già 48 i podi stagionali per l’Italia

Dopo due terzi di stagione gli azzurri hanno un complessivo di 48 podi in Coppa del Mondo. Di cui 30 a livello individuale. Numeri e statistiche del cammino azzurro sin qui. Continue reading

Sciabole d’argento a Plovdiv, Azzurre seconde nella gara a squadre

L’Italia cede alla Russia per 45-30. Ancora una finale persa nel Mondiale Giovani dopo quelle della Rossini, di Cuomo, della sciabola maschile e della spada femminile. Battiston ancora super.

Continue reading