Spada femminile: sette le spadiste italiane al tabellone principale a La Havana

 

Saranno xx le azzurre presenti nel tabellone principali della prova individuale di spada femminile a La Havana. Alle già qualificate Rossella Fiamingo e Mara Navarria, si sono aggiunte già al termine della fase a gironi Alberta Santuccio, Francesca Boscarelli e Brenda Briasco. Sono invece passate per i tabelloni preliminari le qualificazioni di Nicol Foietta e Giulia Rizzi.

Sempre durante la fase preliminare, sono arrivati gli stop per Roberta Marzani, Alice Clerici e Marta Ferrari. Eliminata già ai gironi invece Luisa Tesserin.

Così le azzurre al primo turno (via alla gara alle ore 15 italiane), spicca il derby fra Santuccio e Rizzi.

Foietta (ITA) – Popescu (Rou)
Boscarelli (ITA) – Udrea (Rou)
Briasco (ITA) – Mroszczak (Pol)
Fiamingo (ITA) – Brunner (Sui)
Rizzi (ITA) – Santuccio (ITA)
Navarria (ITA) – Kuusk (Est)

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie Manky/Bizzi

Spada femminile: l’Italia per la gara di La Havana

 

Nel fine settimana la spada femminile riparte dalla gara di La Havana, a Cuba. Per l’occasione l’Italia potrà contare su 11 spadiste: Francesca Boscarelli, Brenda Briasco, Alice Clerici, Marta Ferrari, Rossella Fiamingo, Nicol Foietta, Roberta Marzani, Mara Navarria, Giulia Rizzi, Alberta Santuccio, Luisa Tesserin.

Già certe di un posto fra le prime 64 Rossella Fiamingo e Mara Navarria, per tutte le altre azzurre la gara scatta nella giornata di venerdì con la fase a gironi e gli eventuali assalti ad eliminazione diretta del tabellone preliminare. Domenica prova a squadre, con il ct che, stando alle entry list pubblicate sul sito della Fie, pare intenzionato a schierare la formazione composta da Alice Clerici, Rossella Fiamingo, Giulia Rizzi e Alberta Santuccio.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie Augusto Bizzi

Under 23: a Busto Arsizio vincono Vallosio e Rizzi

 

Busto Arisizio ha ospitato nel fine settimane la tappa del Circuito Europeo Uder 23 di spada femminile e maschile. Dopo il bel risultato di Eloisa Passaro nella sciabola femminile a Budapest, l’Italia ha raccolto il massimo possibile monopolizzando i podi tanto nella gara donne quanto in quella uomini.

Al femminile, a vincere è stata Andrea Vittoria Rizzi, che nell’atto decisivo ha avuto la meglio su Nicol Foietta imponendosi per 15-12, mentre al terzo posto hanno chiuso Agnese Lucifora e Susan Maria Sica.

Nella gara maschile, Andrea Gallosio ha centrato il bersaglio grosso dopo aver battuto per 15-7 in finale Marco Molluso, mentre a completare il podio ci han pensato Davide Canzoneri e Amedeo Zancanella.

Classifiche

Spada femminile – 1. Rizzi (ITA), 2. Foietta (ITA), 3. Lucifora (ITA), 3. Sica (ITA), 5. Pieropan (ITA), 6. Varnai (Hun), 7. Curto (ITA), 8. Patten (Aus)

Spada maschile – 1. Vallosio (ITA), 2. Molluso (ITA), 3. Canzoneri (ITA), 3. Zancanella (ITA), 5. Martini (ITA), 6. Gaetani (ITA), 7. Rodriguez (Col), 8. De Servi (ITA)

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Trifiletti/Bizzi

Coppa del Mondo: i migliori stranieri della prima parte di stagione

Arma per arma, i migliori sei stranieri della prima parte di stagione di Coppa del Mondo.  Continue reading

Italscherma, i numeri della prima parte di stagione

Nel complesso sono 29 i podi messi a referto fra gare individuali e a squadre. 4 le vittorie, tutte al femminile. I numeri della prima parte di stagione della scherma azzurra. Continue reading

Spada u20: Isola oro a Burgos, Buzzacchino bronzo a Heraklion

Continua a inanellare successi la spada italiana under 20, con le ragazze che sanno solo vincere e i ragazzi che tornano sul podio dopo la breve pausa del Lussemburgo.

A Burgos, la prova di spada femminile si conclude ancora una volta con l’inno di Mameli, che suona per Federica Isola dopo averlo fatto in stagione già per Eleonora De Marchi e Alessandra Bozza.

L’atleta piemontese vince 15-12 la finale contro l’israeliana Dar Hecht, concludendo alla grande un percorso che l’aveva vista prevalere per 15-10 nella semifinale con l’ungherese Kinga Nagy e 15-11 ai quarti con la rumena Alexandra Predescu, mentre negli ottavi aveva avuto la meglio sulla connazionale De Marchi in un derby vinto per 15-10. Out nelle 32 Alessandra Segatto, Susan Maria Sica, Anais Gon e Alessandra Bozza, nelle 64 Andrea Vittoria Rizzi, nelle 128 Beatrice Cagnin e Isabella Fuccaro.

Nella prova maschile disputata in Grecia terzo posto per Gianpaolo Buzzacchino sconfitto dal ceco Jakub Jurka per 15-13 in semifinale. Stop nei 16 per Giacomo Gazzaniga, Alessio Preziosi, Amedeo Zancanella e Davide Di Veroli (sconfitto proprio da Buzzacchino). Fuori nei 32 Giulio Gaetani, Alessandro Cini e Marco Molluso. Fermato nei 64 Sergio Manzoni, nei 128 Valerio Cuomo, Giacomo Paolini e Federico Guerra.

 

Twitter: GabrieleLippi1

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Foto Bizzi/Federscherma